/ SPORT

SPORT | 26 maggio 2023, 16:30

A Biella la giornata dello sport e della cultura della comunità islamica dei bosniaci in Italia FOTO

biella sport

A Biella la giornata dello sport e della cultura della comunità islamica dei bosniaci in Italia FOTO

Giornata dello sport e della cultura a Biella della comunità islamica dei bosniaci in Italia. La prima edizione in assoluto, sul suolo nazionale, è stata organizzata da Dzemat Biella.

“Grazie a Dio per averci permesso di riunirci sabato 13 maggio a Biella, per assistere a un evento così meraviglioso – spiegano gli organizzatori - Ringraziamo tutti i partecipanti e i nostri cari ospiti: Ahmed ef. Tabaković Imam principale della comunità islamica dei bosniaci in Italia; Nermin Fazlagić, presidente della comunità islamica dei bosniaci in Italia; Senaid ef. Kobilica Imam principale della comunità islamica dei bosniaci in Norvegia; la nostra console di Milano Arijana Likić. Un ringraziamento particolare al gruppo di lavoro biellese che, per volere di Allah, ha reso possibile l'organizzazione di questa manifestazione”.

Hanno preso parte 12 squadre al torneo di calcetto: 9 dalle città di Biella, Brescia, Piacenza, Verona e Monfalcone e dalla Francia. 8 i partecipanti al torneo di scacchi blitz, insieme a 2 squadre di pallavolo e 3 arbitri. In tutte le manifestazioni, tutti i presenti sono stati dichiarati vincitori. L'obiettivo? Conoscersi e socializzare.

“Un ringraziamento speciale all’imam principale della comunità islamica dei bosniaci in Norvegia per la lezione costruttiva ed educativa che ha tenuto nel nostro Masjid – concludono - Un ringraziamento speciale all’imam principale della comunità islamica dei bosnici in Italia Ahmed Tabaković. Un ringraziamento speciale all’imam del Dzemat Biella e Piacenza Edin Fehrić. Un ringraziamento speciale al presidente CIBI - Comunità Islamica dei Bosniaci in Italia Nermin Fazlagić. Un ringraziamento speciale alla nostra console Arijana Likić per la sua collaborazione. Un ringraziamento speciale a Sauro Andreotti, una persona che collabora con noi da tanti anni. Che ci ha accettato come fratelli dal primo giorno. Un ringraziamento speciale agli arbitri per il corretto arbitraggio. Grazie ad Allah e poi a tutti per la partecipazione!”.

Redazione g. c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore