/ SPORT

SPORT | 16 ottobre 2021, 13:30

50 iscritti alla Rievocazione dell’Occhieppo-Graglia

occhieppo graglia

50 iscritti alla Rievocazione dell’Occhieppo-Graglia (foto di repertorio)

Si sono chiuse ieri sera le iscrizioni alla tredicesima edizione della “Rievocazione della Cronoscalata Occhieppo-Graglia”, proposta quest’anno dalla Scuderia Giovanni Bracco, squadra sportiva dell’AMSAP (Auto Moto Storiche Alto Piemonte) di Biella, in duplice veste: Regolarità Turistica per Auto Storiche e Auto Moderne e Raduno non competitivo. “Il percorso sarà lo stesso, per entrambi gli eventi” spiega Filippo Vigna, esponente della Giovanni Bracco e referente ASI Giovani per l’AMSAP; “la Regolarità, organizzata secondo le regole AciSport, sarà la prima a partire; successivamente prenderanno il via le vetture partecipanti al raduno non competitivo”.

La partenza della gara verrà data al The Place Luxury Outlet domenica 17 ottobre alle ore 10,15; dove si concluderà nel primo pomeriggio; stessa cosa per le auto del raduno, che partiranno subito dopo. Per tutti i partecipanti la “pausa pranzo” sarà a Occhieppo Superiore, nei locali di Villa Mossa. Subito dopo tutti affronteranno la tratta Occhieppo-Graglia, ovvero il percorso su cui, dal 1965 al 1970, si corsero le sei storiche edizioni della cronoscalata che dà il nome all’evento. Quindi le ultime prove lungo il Tracciolino e, da Oropa (con l’attraversamento di Biella), il rientro al The Place Luxury Outlet. In totale i concorrenti percorreranno 96,06 chilometri, con 24 prove cronometrate più una finale, a eliminazione diretta (e con classifica a parte), dopo l'arrivo al The Place Luxury Outlet. “All’edizione 2021” aggiunge Vigna “che è il nostro debutto nell’organizzazione degli eventi di regolarità, si sono iscritti circa cinquanta equipaggi: qualcosa più di una trentina per quanto riguarda la regolarità e una ventina per il raduno. Un risultato soddisfacente per una prima edizione!”.

La maggior parte delle vetture iscritte sono del periodo anni 60/70/80; ma non mancano mezzi più anziani: fra questi due Fiat 1100 /103 di metà anni ’50 (equipaggi Vigna-Vigna e Brondolin-Furlani), una bella Jaguar XK 140 OTS del 1954 (Brovarone-Crocetti) e due Porsche 356 di fine anni ’50 (Delpiano-Vigna e Palmeri-Battaglin). Da tenere d’occhio ai fini della classifica saranno la Fiat Sport Coupé di Marco Thiebat e Guido Oleari, l’Innocenti Mini MK3 di Davide Callegher e la Talbot Lotus 2.2 dello specialista Filippo Anselmetti. Il raduno, infine, sarà tutto da gustare: fra le vetture iscritte ci sono infatti tre Porsche, tre belle Mercedes, una Ferrari e poi ancora Subaru Impreza, Lancia Delta e una curiosa Renault R8 Gordini.            

Comunicato stampa g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore