/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 22 maggio 2020, 08:52

Fase 2, la Biblioteca di Città Studi riapre al pubblico

città studi

La Biblioteca di Città Studi dopo più di due mesi di chiusura ha riaperto al pubblico, in tutta sicurezza, martedì 19 maggio. Un avvio parziale e graduale dei servizi che di solito vengono offerti, una scelta questa, condivisa e maturata all’interno del Polo Bibliotecario Biellese da tutte le biblioteche che ne fanno parte. Rimarranno chiuse e quindi non accessibili al pubblico le sale studio, la sala giornali, la sala internet e non si potrà accedere al servizio di stampe e di fotocopie.

Gli utenti potranno entrare uno alla volta all’interno dell’edificio rispettando le distanze di sicurezza e dovranno essere muniti di mascherina e guanti. Una volta entrati in biblioteca, potranno prendere in prestito libri e DVD con la sola limitazione di non poter accedere agli scaffali. A consigliarli e guidarli nella scelta ci saranno i bibliotecari che, per l’occasione, hanno incrementato l’offerta delle proposte di lettura reperibili dal catalogo on-line delle biblioteche biellesi (www.polobibliotecario.biella.it) nella sezione “In evidenza-Spunti di lettura”. Tutti i documenti verranno sanificati al loro rientro dal prestito tramite quarantena di nove giorni, in base alla circolare dell’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro (ICPAL).

“Chiediamo ai nostri utenti - sottolinea Simona Levis responsabile della biblioteca – di consultare il catalogo on-line delle biblioteche biellesi o l’app BiblioBi da casa, così da ridurre i tempi di permanenza all’interno dell’edificio. In questo modo, non soltanto potranno reperire i dati dei documenti da richiedere, ma anche prenotarli velocizzando i tempi di prestito”. I nuovi utenti potranno iscriversi regolarmente alla biblioteca e se lo desiderano, potranno sottoscrivere anche l’abbonamento a MediaLibraryOnLine, la biblioteca digitale che, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno permette di consultare oltre 7.000 tra quotidiani e riviste italiane e straniere, oltre a un catalogo di oltre 47.000 ebook delle maggiori case editrici italiane.

Per gli studenti e i ricercatori sarà possibile usufruire gratuitamente del servizio di document delivery Nilde, che permette di reperire articoli da periodici e saggi da libri non posseduti dalle biblioteche del Polo Bibliotecario Biellese. L’avvio ridotto, in attesa di tornare alla normalità, ha permesso a molti studenti universitari e ai numerosi lettori biellesi di accedere alle collezioni librarie della Biblioteca di Città Studi che hanno ormai superato il numero di 54.000 libri catalogati, a questi si aggiungono gli oltre 2.000 film in DVD e più di 700 periodici. Gli orari della biblioteca sono rimasti invariati: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 e il sabato dalle 8.30 alle 12.30.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore