/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 26 giugno 2022, 17:00

Trenta candidature per il Premio +Bellezza in Valle

Chiuso il bando della III edizione. Premiazioni l’8 ottobre a Palazzo Gromo Losa

Trenta candidature per la  III edizione del  Premio +Bellezza in Valle - Foto pagina FB Premio +Bellezza in Valle

Trenta candidature per la III edizione del Premio +Bellezza in Valle - Foto pagina FB Premio +Bellezza in Valle

Il Premio +bellezza in Valle si riconferma promotore di bellezza! Si è chiuso, infatti, il bando per la III edizione con 30 candidature provenienti da tutto il Biellese, segno tangibile che nel nostro territorio, patrimonio naturalistico e culturale da salvaguardare, gli obiettivi di sensibilizzazione e diffusione della bellezza, posti fin dalla sua prima edizione, stiano dando i frutti sperati.

Gli interventi candidati sono perfettamente in linea con la filosofia e il credo del Premio che, promosso dal Rotary Club di Valle Mosso, si pone l’obiettivo di mettere in luce e valorizzare le bellezze del nostro territorio sulla base dell’assunto che il miglioramento estetico del contesto paesaggistico di un Territorio contribuisca alla qualità della vita di chi lo abita e di chi lo frequenta. Il grande pregio dell’iniziativa, quindi, è rendere la bellezza, basata sul connubio tra etica ed estetica, contagiosa.

È su tali presupposti che quest’anno, grazie al proficuo dialogo con la Fondazione BIellezza, promossa dalla famiglia Zegna, il territorio di riferimento è stato esteso a tutti i Comuni della Provincia di Biella, per un totale di 79 comuni, una crescita enorme nel giro di pochi anni, che non manca, visto l’entusiasmo con cui è stata accolta, di restituire grande soddisfazione ai promotori e crescenti benefici per tutta la comunità e il territorio biellese.

Nei prossimi mesi la Giuria, presieduta da Corrado Panelli, dottore forestale, e composta da Elena Accati, agronomo e scrittrice, Luisa Bocchietto, architetto e designer, Alberto Barberis Canonico, imprenditore, Andreas Kipar, architetto paesaggista, Cristina Natoli, architetto e funzionario Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio, Michelangelo Pistoletto, artista, scultore e pittore, Andrea Rolando, ingegnere e docente universitario e Giovanni Vachino, architetto, selezionerà i 10 progetti finalisti tra i quali verranno in seguito scelti i vincitori, uno per ogni sezione, “Edilizia” e “Ambiente”, che verranno premiati durante la cerimonia che si terrà l’8 ottobre a Palazzo Gromo Losa, location offerta dal nuovo sponsor Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. In tale occasione, come avvenuto nelle precedenti edizioni, la Giuria attribuirà il Premio Reda per la bellezza a soggetti, persone o Enti, che si siano distinti per la particolare qualità delle iniziative volte al miglioramento della bellezza nel Territorio. 

Paolo Piana: “Non era facile arrivare a sensibilizzare tutto il Biellese, ambizioso obiettivo di allargamento del territorio che ci siamo prefissi quest’anno, ma abbiamo ottenuto un ottimo risultato: 30 progetti candidati, ben distribuiti: 11 in Valle Elvo e Serra, 7 Biella città e pianura a sud, 5 Vallecervo, 7 Vallestrona e Valsessera. Anche qualitativamente sono molti gli interventi di assoluto valore. Il Premio cresce, grazie all’impegno di una squadra appassionata e al supporto dei nostri sponsor.

Per ulteriori informazioni o chiarimenti rivolgersi a info@premiopiubellezzainvalle.it.

VINCITORI EDIZIONI PRECEDENTI

La seconda edizione ha visto trionfare, tra i candidati della sezione “Edilizia”, il progetto Casa Regis, comune di Valdilana – Lisa Margarita Mikelle Standbridge, grazie al quale lo storico edificio settecentesco "Casa Regis" a Marchetto di Mosso, vincolato dalla Soprintendenza alle Belle Arti, dopo 20 anni di chiusura è tornato ad essere utilizzabile per esposizioni e eventi culturali. Sono stati fatti interventi volti a limitare i danni del tempo, recuperi e restauri, ripristino dei pavimenti originali, nonché un particolare lavoro per far risaltare gli affreschi originali nelle volte. Notevole anche il recupero del giardino all’italiana, che è tornato ad essere un piccolo gioiello. Tra i candidati della sezione “Ambiente”, è stato proclamato vincitore il progetto Nasce una Vigna, Sostegno - Azienda Agricola Lorenzo Rovero, che ha previsto la riqualificazione di terreni invasi da bosco povero per la creazione di una splendida vigna, un esempio che riunisce capacità imprenditoriale, amore per la natura, rivalutazione del passato e desiderio di dimostrare che nuove forme di economia sono possibili senza snaturare la morfologia del luogo.

Inoltre, il Premio speciale Reda per la bellezza è stato assegnato a DocBi Centro Studi biellesi per la tutela, valorizzazione e promozione del territorio biellese svolta nel corso degli anni, contribuendo al recupero e al mantenimento della sua identità attraverso la conoscenza, la documentazione, la conservazione della cultura e dell’ambiente.

Nella prima edizione, invece, hanno guadagnato la vittoria, per la Sezione “Ambiente”, il progetto Sistemazione e riqualificazione di Bocchetto Sessera a cura dell’Unione Montana dei Comuni del Biellese Orientale, che consiste in una nuova pavimentazione in pietra e una balconata panoramica per godere al meglio dello spettacolare panorama verso l’Alta Valsessera; per la Sezione “Edilizia”, invece, La sostenibile leggerezza dell’essere di Botto Giuseppe & Figli S.p.A, che consiste nei profili umani in led di diversi colori, arricchiti da essenze perenni e rampicanti, sulle facciate dello stabilimento per porre l’accento sullo straordinario contributo umano per l’industria biellese. Nelle aree circostanti sono, inoltre, state piantate camelie, rododendri e azalee. La vegetazione che incornicia l’opera simboleggia la rinascita e la rivincita della natura su un paesaggio antropizzato, un messaggio importante in un’epoca ormai fortemente attenta alla sostenibilità. Il Premio REDA della prima edizione, infine, è stato assegnato alla Famiglia Zegna per la rilevanza e l’unicità dell’opera costantemente svolta negli anni nella ricerca, cura e promozione della bellezza del territorio.

Il Premio, nato nel 2019, è promosso dal Rotary Club di Valle Mosso ed ha il fine di mettere in luce e premiare gli interventi di edilizia o nell’ambiente che migliorano la bellezza del nostro territorio.

Il Premio è sponsorizzato da Successori Reda, Banca Sella, Sellmat, Yukon, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Orange Pix, Scarlatta e patrocinato da Fondazione Italia Patria della Bellezza.

Per ulteriori informazioni anna.maiorana95@gmail.com o francesca.oricchio@fondazionebiellezza.it . 

Comunicato Stampa Premio +Bellezza in Valle - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore