/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 21 ottobre 2021, 11:45

Biella, dai cubetti alla segnaletica verticale: effettuati quasi 100 interventi di manutenzione

Il bilancio dei mesi di agosto e settembre: operai al lavoro in molte strade della città.

lavori cubetti

Biella, dai cubetti alla segnaletica verticale: effettuati quasi 100 interventi di manutenzione

Quasi 100 interventi di manutenzioni ai beni pubblici effettuati da dopo Ferragosto e per tutto il mese di settembre. Per l’amministrazione è tempo di tracciare un bilancio: grazie all’ottimizzazione delle risorse e alla riorganizzazione delle manutenzioni è stato possibile porre rimedio a carenze storiche con interventi mirati, alcuni che si trascinavano anche da molti anni. Dalla sostituzione di cartelli ai salvapedoni, passando da manutenzioni alle cubettature e posa di bituminato per colmare buche sulle strade.

La lista delle uscite da parte degli operai è davvero significativa e corposa. Per quanto riguarda la chiusura di buche o per colmare avvallamenti lungo le strade si sono svolti lavori con la posa e stesura di bituminato lungo le vie Maglioleo/De Mosso, Camandona/Corso 53° Fanteria e via Candelo nel tratto davanti a Seab. Situazione risolta in tempi rapidissimi in piazza San Paolo (fronte stazione) dove a seguito di uno sprofondamento sulla carreggiata si è proceduto al risanamento con uno scavo di oltre 2 metri e ripristino del tappeto di usura. Manutenzione effettuata anche in piazza Martiri della Libertà dove oltre alla posa dei nuovi asfalti nelle vie perimetrali si è proceduto al rifacimento di ampie porzioni della piazza con sostituzione cubetti, riposizionamento in quota delle griglie e chiusini all’interno dell’area mercatale.

In piazza Curiel si è intervenuti con il riposizionamento di una lastra in sienite e miglioramento della viabilità. Per quanto riguarda i cubetti si è svolta manutenzione di alcune porzioni nelle vie Ramella Germanin 21, via Piave, via Cerino Zegna/via Bona, via Dante Alighieri e Vicolo Galeazzo. In via Macchieraldo 4 pronto intervento per il rifacimento della pavimentazione del marciapiede e dell’attraversamento pedonale. Anche in Salita Cappuccini 6 c’era da tempo una lastra in pietra sprofondata: effettuata la sostituzione a tutela del passaggio pedonale e carraio. In via Piemonte 20 è sorta una criticità per via dello sprofondamento del marciapiede: si è proceduto alla bonifica, con scavo di 1,7 metri e ripristino del tappeto di usura. In strada al Gorgomoro sostituita una lastra sprofondata di copertura alla roggia San Giuseppe. In via Ivrea/largo Scardassi sono state posizionate nuove rete metalliche e recinzioni perimetrali a protezione del Rio Bolume a seguito di una barriera incidentata.Si sono poi svolti più di 50 interventi relativi alle seguenti tematiche. Sostituzione di vari cartelli della segnaletica verticale che risultavano abbattuti o sbiaditi, sono stati posizionati nuovi specchi parabolici in alcune intersezioni cittadine. Si sono sostituite diverse barriere salvapedone abbattute: come ad esempio in via Bona, via Sella, piazza Ramella, via Galilei, Salita di Riva, giardini d’Italia, via Crosa, via Addis Abeba/via Rosselli. Si è svolta attività anche per il riposizionamento in quota di chiusini e bocche di lupo, come ad esempio in corso Pella, via Don Sturzo, via Bertola/via Poma, via Pollone.

Per quanto concerne via Orfanotrofio, dove il cantiere è in corso e in fase avanzata, oltre al rifacimento del piano viabile il progetto prevedeva il rifacimento dei sottoservizi con coinvolti fognatura-acque miste e posa cavidotto fibra.

Spiegano il sindaco Claudio Corradino e il vicesindaco Giacomo Moscarola: “Quando siamo stati eletti questa città aveva uno storico di carenza di manutenzioni rilevante, in alcuni casi si può parlare si situazioni disastrose. L’aver sbloccato quasi un centinaio di manutenzioni è il risultato figlio di una complessa, sicuramente lenta ma anche molto difficile, riorganizzazione delle manutenzioni: sul percorso ha lavorato molto e va dato merito all’assessore Davide Zappalà che si è attivato e che è stato determinante per dare avvio agli interventi. Molte manutenzioni completate erano figlie di segnalazioni giunte dai cittadini, che riscontravano criticità sotto casa. Abbiamo fornito delle risposte e vogliamo continuare a impegnarci anche nei prossimi mesi con questo spirito e arrivare a migliorare altri punti della città”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore