/ Benessere e Salute

Benessere e Salute | 18 settembre 2021, 08:05

“Match It Now”: come diventare potenziali donatori di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche per salvare una vita

L’iniziativa nazionale, organizzata sul territorio da Admo Cossato-Biella con il Servizio Trasfusionale dell’Asl di Biella, permetterà la possibile cura di persone con gravi patologie oncoematologiche. Necessaria la prenotazione online

Come diventare potenziali donatori di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche per salvare una vita

Come diventare potenziali donatori di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche per salvare una vita

“Match It Now” è l’iniziativa nazionale dedicata alla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche promossa da Ministero della Salute, Centro Nazionale Trapianti, Centro Nazionale Sangue, Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (Ibmdr), Federazione Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo), Federazione Adoces (Associazione Donatori Cellule Staminali) e Adisco (Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale). Sabato 25 settembre i volontari della sezione Admo Cossato-Biella - Comitato “Beatrice Rondon”, in collaborazione con il Servizio Trasfusionale dell’Asl di Biella, saranno presenti dalle ore 10 alle 18 al Centro Commerciale “gli ORSI”: in questa occasione, sarà possibile diventare un potenziale donatore di cellule staminali ematopoietiche (Cse) e iscriversi a Ibmdr.

L’appello è rivolto alle persone di età compresa tra i 18 e 35 anni, di peso non inferiore ai 50 chili e in buona salute. Saranno presenti anche i volontari Avis della sezione di Biella. Come prenotarsi Per aderire all’iniziativa, gli interessati dovranno necessariamente prenotarsi sul sito admopiemonte.org, compilare già da ora la modulistica e presentarsi al Centro Commerciale “gli ORSI” all’ora indicata, evitando così rischi di assembramento nel rispetto delle normative anti Covid. Dopo il colloquio medico finalizzato alla valutazione dell’idoneità, sarà consegnato un kit per l’auto raccolta della saliva con le relative istruzioni.

Perché diventare donatori Ogni giorno per tanti pazienti affetti da patologie oncoematologiche (leucemia, linfomi, mieloma) l’unica terapia salvavita è rappresentata dal trapianto di cellule staminali ematopoietiche; per chi è in attesa di trapianto solo 1 persona su 100.000 è compatibile: per tale motivo più potenziali donatori ci sono, più pazienti possono essere salvati. Come avviene la donazione La donazione di cellule staminali ematopoietiche avviene esclusivamente sotto rigide procedure a tutela della salute del donatore. Vi sono due modalità di donazione: da sangue periferico o dalle creste iliache del bacino (il midollo osseo non è midollo spinale). 

c.s. ASL - cc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore