/ Food e Drink

Che tempo fa

Cerca nel web

Food e Drink | giovedì 13 luglio 2017, 10:45

La pausa caffè come momento di relazione

Utile alla socializzazione e a ridurre lo stress: tutti i segreti sulla pausa più amata da studenti e lavoratori

Qualche anno fa, uno studio sulla gestione dello stress sul posto di lavoro, proposto dall’Università di Copenaghen, aveva illustrato il potere terapeutico della pausa caffè all’interno dei luoghi di lavoro.

Lo studio metteva in risalto come queste pause avessero una certa importanza, un valore sociale e potenzialmente monetario per le organizzazioni. Spiega l’autrice: «I coffee break devono essere trattati come pratiche comuni che permettono alle comunità di svilupparsi». Così come sul posto di lavoro, anche gli studenti sono chiamati a imparare a gestire lo stress e le pressioni che, inevitabilmente, si presenteranno negli ambienti scolastici.

Ecco quindi che anche l’intervallo e/o il break dallo studio in biblioteca, non dovrebbero essere visti come semplici momenti di svago, ma come situazioni sociali e aggregative, durante le quali i giovani possono condividere e confrontarsi sulle proprie esperienze.

Un momento di pausa sano e rigenerante, che non escluda nessuno, deve necessariamente tenere conto delle esigenze alimentari più differenti e soprattutto delle intolleranze sempre più diffuse. Proprio per queste ragioni, Sellmat, uno dei principali operatori nel settore delle Vending Machine, ha scelto di affiancare alle referenze tradizionali anche prodotti biologici e più naturali quali barrette di frutta e frutti secchi o disidratati, snacks, yogurt e succhi a basso contenuto calorico, sugar free e ricchi di sali minerali. Tutto ciò anche per indirizzare il Consumatore a scelte maggiormente consapevoli. Sono inoltre sempre più presenti all’interno dei distributori prodotti adatti ai Consumatori intolleranti al glutine e al lattosio.

 

I.P.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore