/ SPORT

SPORT | 05 dicembre 2021, 06:50

Il Ceversama saluta Umoroski e Candela

Il bomber ed il difensore lasciano la squadra dopo tanti anni in maglia gialloblu. Umeroski: "Sono i colori che mi porterò nel cuore”. Candela: "Ringrazio il Ceversama per tutti questi anni"

Il Ceversama saluta  Umoroski e Candela - Foto Ceversama

Il Ceversama saluta Umoroski e Candela - Foto Ceversama

Oggi domenica 5 dicembre, con la Stambinese il Ceversama non schiererà bomber Bajram Umoroski ed il difensore Daniele Candela.

Entrambi lasciano il Ceversama dopo tanti anni in maglia gialloblu: il primo per motivi di lavoro che lo porteranno lontano dal Biellese, il secondo per la risoluzione del suo rapporto con la società.

Tanti anni in cui entrambi hanno stretto un legame forte con colori gialloblu. In particolare Candela, oltre che giocatore, è stato anche da allenatore nel settore giovanile. “Ho dovuto prendere atto della scelta della società di puntare su ragazzi che hanno meno anni di me – dichiara il difensore - , e per questo vado via con meno dispiacere, il calcio è dei giovani. Per quanto riguarda me, valuterò in questi giorni se ci sono delle proposte per continuare a giocare o se decidere di terminare il mio percorso da calciatore. Bisogna guardare avanti e ringraziare il Ceversama perché ho passato troppi anni in questa società. Quindi voglio lasciar un ricordo positivo”. Tante battaglie e momenti indimenticabili come ricorda Candela: “Il Campionato di Eccellenza con Mazzia, dove abbiamo fatto qualcosa di strepitoso: 13 vittorie consecutive, andando vicino alla zona playoff partendo da una zona deficitaria. Quell’anno forse è stato il più bello. Tre anni fa abbiamo raggiunto la salvezza in Promozione quasi insperata, dove pochi credevano nel raggiungimento di quell’obbiettivo, ma con gruppo molto unito ci siamo riusciti. Forse è uno dei ricordi più importanti del mio percorso da giocatore”.

Per Umeroski lasciare i gialloblu è doloroso: “Per me il Ceversama è tanto, e quello che ho fatto qui non credo che farò con nessuna altra società. Sono stati parecchi anni con vittorie, pareggi, sconfitte, tante battaglie. Il Ceversama mi rimarrà nel cuore, ma ho dovuto fare questa scelta per motivi di lavoro, altrimenti avrei finito la mia carriera in gialloblu".  Umeroski ricorda l'ultima partita in gialloblu quest'anno: “Prima della gara ho chiesto al mister di giocare gli ultimi 15 minuti e mi sono venuti i brividi, ma nella vita bisogna guardare avanti e le cose importanti come il lavoro e la famiglia. Sono rimasto dispiaciuto di non giocare visto che era la mia ultima partita con questa maglia, però con questo non è un addio ma è solo un arrivederci.”

Il bomber dedica parole importanti per il Ceversama: “Ringrazio il mister, la società dal primo all’ultimo. I miei compagni a cui auguro di proseguire così che stanno fanno cose importanti, e di vincere il campionato perché sono un gruppo fantastico. Il Ceversama se lo merita perché se lo merita la squadra, il presidente, i dirigenti. Un ringraziamento speciale a Matteo Cabrio che in tutti questi anni mi ha sempre voluto. Ringrazio Bifermino, Caruso, il prof, il preparatore dei portieri, tutto lo staff del mister. Grazie di cuore a tutti. Forza Ceversama: sono i colori che mi porterò nel cuore”.

Candela saluta ricordando anche la sua esperienza di allenatore del settore giovanile : “Abbiamo passato anni veramente stupendi con gruppi straordinari, dove ci siamo divertiti e cresciuti insieme. La responsabilità che mi ha dato la società mi ha reso orgoglioso e spero di averla ripagata con tanto impegno. È stato un lavoro che ha portato dei frutti importanti e questa avventura mi ha fatto prendere il patentino UEFA B”.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore