/ CRONACA

CRONACA | 07 aprile 2014, 20:36

Smarrisce il contrassegno per disabili e finisce sotto processo

Convinta di averlo persa, ne denuncia lo smarrimento e il figlio lo ritrova nell'impianto di ventilazione dell'auto

L'avvocato Francesco Alosi

L'avvocato Francesco Alosi

Perde il contrassegno per disabili, ne denuncia lo smarrimento, lo ritrova e finisce indagata per falso commesso da privato in atto pubblico. Protagonista della vicenda, che approderà domani in tribunale, una pensionata di 65 anni, Piera M., residente in città. Tutto inizia nel 2010, quando l'automobilista ottiene dalla Polizia Municipale il tagliando, che mette sull'auto. Passa un anno e lo smarrisce. Così torna negli uffici di via Pella e se ne fa rilasciare un altro, che mette nuovamente sul veicolo. Passa un po' di tempo e, anche questo contrassegno, sparisce misteriosamente. Il figlio lo cerca e lo ritrova: era finito nel sistema di ventilazione, che viene smontato per recuperarlo. La pensionata lo espone e finisce nei guai. Controllato dai vigili, risulta essere il vecchio permesso, quello di cui aveva denunciato lo smarrimento. Inizialmente soltanto multata, l'automobilista è poi stata anche mandata sotto processo, dove sarà assistita dall'avvocato Francesco Alosi.

e.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore