/ CRONACA

CRONACA | 03 luglio 2020, 13:07

I Carabinieri confermano mezzo chilo di esplosivo "marmotta" al bancomat di Donato FOTO VIDEO

Disinnescato l'ordigno alle 13 dopo aver fatto evacuare un'anziana e chiuso tutte le strade di accesso alla piazzetta.

Foto Studio Fighera

Foto Studio Fighera

Aggiornamento delle ore 13 - Gli artificieri confermano la presenza dell'esplosivo per mettere in atto la tecnica della "marmotta", circa 440 grammi inseriti all'interno della cassaforte e collegato a un innesco elettronico. Il tentativo di colpo al bancomat sarebbe stato provato alcuni giorni fa poi per cause sconosciute, non messo in pratica. Chiusa la strada e evacuato il palazzo abitato da un'anziana. L'ordigno è stato disinnescato alle 13. Adesso piano piano si torna alla tranquillità della Donato di tutti i giorni. Ora verrà aperta un'indagine per risalire agli autori del tentato assalto al bancomat biellese. Nucleo investigativo dei Carabinieri di Biella sono già al lavoro.

Aggiornamento delle ore 12,15 - Sono appena arrivati gli uomini del nucleo artificieri dei Carabinieri di Torino.

Aggiornamento delle ore 12 - Non ci sono certezze su eventuali presenza di esplosivo all'interno del bancomat ma a scopo precauzionale sono state adottate, dai Carabinieri di Biella e Netro, tutte le cautele del caso ovvero evacuato il personale dell'ufficio postale mentre la banca oggi risulta chiusa e l'appartamento sopra la sede della filiale è vuoto oltre ad aver transennato la zona. Vista l'età dei cittadini residenti nelle vicinanze attualmente per loro non si è reso necessario lo sgombero.

Ma cosa ha fatto scattare l'allarme? Si tratterebbe di alcuni fili elettrici che fuoriescono dall'Atm ma la una prima ipotesi dei militari intervenuti porterebbe ad un possibile tentato colpo effettuato nelle notti precedenti, non portato a buon fine per cause sconosciute. La certezza comunque la si avrà con l'intervento del nucleo Artificieri dei Carabinieri di Torino. 

Si è già mossa anche l'amministrazione comunale con il sindaco Desiree Duoccio presente. "I cittadino sono tutti avvisati -commenta a caldo Duoccio-. Nell'attesa degli artificieri abbiamo già messo predisposto alcuni locali in caso di necessità ma nell'augurio che tutto rientri a breve e nel migliore modo possibile. Attendiamo le nuove direttive degli artifiecieri. Per ora tutto è sotto controllo". 

Cronaca delle ore 11,30 - Dalle prime testimonianze potrebbe trattarsi di esplosivo posizionato vicino o all'interno del bancomat Sella di Donato. L'allarme è scattato intorno alle 10,30 di questa mattina e immediatamente sono giunte le forze dell'ordine.

E' stata fatta evacuare la filiale della Banca Sella, gli uffici della vicina Posta, oggi aperta e i residenti dello stabile. Adesso si sta attendendo l'arrivo degli artificieri da Torino. Sono intervenuti i Carabinieri di Biella e Netro, due squadre dei Vigili del Fuoco, ambulanza del 118 oltre al sindaco Desirée Duoccio. La zona è stata transennata, vietato avvicinarsi. 

 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore