/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 gennaio 2023, 11:00

Biella celebra il Giorno della Memoria

La celebrazione avverrà alla presenza delle Autorità Civili e Militari e delle Comunità Religiose Ebraica, Cattolica, Buddista e Islamica. 

biella memoria

Biella celebra il Giorno della Memoria

Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria, istituito con Legge 20 luglio 2000 n. 211, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e  politici italiani nei campi nazisti. 

Nell’occasione la Prefettura di Biella ha promosso e coordinato, in collaborazione con la Comunità Ebraica di Vercelli-Biella-Novara-Verbano Cusio Ossola, l’Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea nel Biellese, nel Vercellese, il Valsesia e l’Ufficio Scolastico Provinciale, una cerimonia che si terrà presso il Palazzo del Governo, con inizio alle 10, quale momento di riflessione per diffondere tra i giovani la memoria di quei tragici eventi. La celebrazione avverrà alla presenza delle Autorità Civili e Militari e delle Comunità Religiose Ebraica, Cattolica, Buddista e Islamica.  Vi sarà, altresì, un rappresentanza di studenti della scuola secondaria di primo grado I.C. Francesco di Biella e della scuola secondaria di secondo grado Liceo Economico sociale “Amedeo Avogadro”.

La cerimonia si aprirà con la proiezione di un filmato, alla quale seguiranno l’intervento del Prof. Enrico Pagano, Direttore dell’Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea, la testimonianza di Giulio Jona, nascosto e protetto da famiglie biellesi durante il periodo di vigenza delle leggi razziali e fino alla fine della guerra e l’intervento del Vescovo di Biella Mons. Roberto Farinella.  Successivamente gli studenti dell’I.C. San Francesco daranno lettura, a rotazione, di vari brani scelti, mentre uno studente del Liceo “Amedeo Avogadro” proporrà una riflessione sul tema. 

La cerimonia si concluderà con l’intervento del Prefetto di Biella, Silvana D’Agostino, che consegnerà ai familiari del defunto Sig. Ghiazza Pietro, nato a Nizza Monferrato il 27 gennaio 1926 e deportato presso il Lager di Bolzano e ai familiari del defunto Nardozza Franco, nato a Biella il 27 febbraio 1926 e deportato presso Marienwerder (Kwidzyn) Polonia, Biergro Bhandulg Stegmann, Gustrow, Berlino, la Medaglia d’onore riservata ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra, concessa  con decreto del Presidente della Repubblica del 21 ottobre 2022. L’evento sarà visibile sul sito della Prefettura di Biella, collegandosi sull’apposito link.

Comunicato stampa g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore