/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 03 maggio 2021, 06:50

Oltre 150mila euro per fare “Spazio alla comunità”: Fondazione e Banca Simetica unite per il rilancio del territorio

fondazione cassa risparmio

Aiutare il rilancio del territorio unendo welfare territoriale e sostegno alle imprese artigiane: è questa l’idea alla base dell’innovativo bando “Spazio alla comunità” messo a punto dalla Fondazione in collaborazione con Banca Simetica per il quale sono state messe in campo risorse per 150 mila euro.

A causa della pandemia e dei conseguenti lockdown e blocco di molte attività l’intero territorio biellese sta infatti affrontando una serie di difficoltà socio-economiche molto complesse. Da un lato infatti gli Enti del terzo settore sono chiamati a supportare le persone con servizi nuovi per i quali occorrono spazi adatti alle normative covid, dall’altro le imprese artigiane hanno subito i pesanti effetti economici della pandemia e faticano a riprendersi di fronte alle incertezze del presente. E’ nata così l’idea di stanziare contributi agli enti del terzo settore e agli enti religiosi per la manutenzione di immobili e beni strumentali che vengono utilizzati per attività a favore della comunità.

“La Fondazione ha lavorato sul concetto di interdipendenza dei mondi – spiega il Presidente Franco Ferraris – potenziando la cooperazione fra artigianato e volontariato sono state messe in moto energie e risorse vitali per il benessere e lo sviluppo del territorio. Come sempre ringraziamo Banca Simetica per essere al nostro fianco in questo progetto che sperimenta nuove forme di collaborazione e mutualismo comunitario” Il bando nasce come risposta ad una emergenza, ma vuole essere un primo passo per disegnare nuovi percorsi di sviluppo locale, anche grazie all’accompagnamento tecnico e valutativo di AICCON: percorsi che rilancino un territorio e le sue vocazioni ricomponendo la dimensione della produzione artigianale con quella comunitaria. La stretta connessione tra la “comunità operosa” e la “comunità della cura” non è infatti solo un antidoto alla crisi, ma la ragione fondante della competitività di un territorio come quello biellese dove la scala di misura “small” permette di sperimentare con efficacia e rapidità processi che generano innovazione reale in tempi brevi. In questo si coglie dunque l’innovatività del progetto che potrà dare avvio a nuovi obiettivi territoriali congiunti che rispondono a obiettivi che la Fondazione aveva delineato nel Documento programmatico Pluriennale 2020 – 2023 tra cui: sperimentazione di nuovi modelli di servizio di gestione e co-operazione per rispondere ai bisogni sociali; promozione di azioni di cooperazione e sinergia tra iniziative con particolare attenzione ad interventi innovativi di collaborazione tra istituzioni pubbliche, private ed organizzazioni della società civile; promozione sul territorio di azioni volte a progetti strategici al fine di generare lavoro ed occupazione sul territorio. Un bando dunque che ha per obiettivo la riqualificazione e rigenerazione degli spazi comunitari, attivando scambi di relazioni che aumentino la sostenibilità, l’inclusione, la condivisione di conoscenza, il coinvolgimento dei giovani e l’attivazione di nuovi servizi di welfare e inserimenti lavorativi.

“Si tratta di un progetto davvero importante per il mondo dell’artigianato sul quale pesano questi mesi di incertezza e per il quale potrà costituire uno stimolo - commentano CNA Biella e Confartigianato Biellese – noi contribuiremo fornendo agli enti del terzo settore che verranno finanziati un elenco di imprese artigianali in regime forfettario operanti sul territorio da attivare per gli interventi”. Attraverso il supporto delle Associazioni di Categoria gli interventi verranno dunque realizzati da imprese artigiane in regime forfettario operanti sul territorio e iscritte al Registro Imprese e all’Albo Artigiani della CCIAA di Biella, e che operano nei seguenti comparti: Comparto Costruzioni Edili Decoratori Installatori Elettrici, Installatori e Manutentori Termoidraulici, Ascensoristi Serramentisti, Falegnami, Vetrerie; Comparto Servizi alla Comunità: Autoriparatori, Carrozzieri, Gommisti (da distribuire nei servizi alle imprese) Artigianato Artistico Tinto lavanderie Imprese di Pulizia.

Il bando, che si è chiuso il 12 marzo, ha ricevuto 40 richieste dai diversi enti che operano sul territorio a favore della Comunità biellese; il costo dei progetti presentati ammontava a € 358.542 e la richiesta di finanziamento alla Fondazione è stata pari a € 251.681. Il singolo contributo massimo richiedibile ed assegnabile dalla Fondazione era pari a € 10.000,00. Considerando il gran numero e la qualità delle progettualità presentate e la capacità di rispondere in maniera efficace agli obiettivi del bando, nonché lo stato di difficoltà del territorio, il plafond inizialmente previsto è stato ampliato raggiungendo la cifra di € 156.500 così suddiviso: Fondazione € 106.000 a fronte del precedente impegno di € 50.000 e Banca Simetica € 50.000.

Segue elenco dei contributi

Richieste finanziate con i fondi stanziati da Banca Simetica per € 50.000:

Bando Spazio alla Comunità (TOTALE € 106.500,00)

SETTORI RILEVANTI € 106.500,00
Volontariato, filantropia e beneficenza € 106.500,00

8.500,00 Parrocchia S. Eusebio Prete - Pollone (BI) per il progetto Pane al pane 8.500,00 Società di Mutuo Soccorso di Cossila S. Grato - Biella per il progetto Casa amica
8.500,00 Associazione per L'ecomuseo Valle Elvo e Serra Odv - Sordevolo (BI), per il progetto Ecomulino - sostenibile > aperto > in movimento
7.000,00 Parrocchia Nostra Signora di Oropa al Villaggio Lamarmora – Biella, per il saloncino parrocchiale da dedicare a don Piero Gibello
6.500,00 Associazione di Volontariato Ël Chinchè - Borriana (BI), per la rifunzionalizzazione dell'ex-oratorio di San Bernardo di Borriana - rifacimento servizi igienici
5.500,00 Piccola Fata Odv - Pettinengo (BI) per i lavori in corso alla piccola fata 5.500,00 Scuola dell'infanzia Fondazione Asilo Infantile Aldisio e Bertola - Muzzano (BI) per la messa in sicurezza dell'area di ingresso dell'edificio
4.500,00 Parrocchia San Giuseppe Operaio – Vigliano Biellese (BI) per il progetto un posto bello rende più belle le persone
4.000,00 Pro Loco di Crocemosso - Valle Mosso (BI) per la ristrutturazione stabile pro loco di Croce Mosso
4.000,00 Casa di Riposo di Graglia e Muzzano - Graglia (BI), per la ristrutturazione locale palestra con predisposizione ' spazio stimolazione multisensoriale ' secondo l'approccio snoezelen
4.000,00 Congregazione dell'oratorio di San Filippo Neri – Biella, per il progetto allarga gli spazi dell'accoglienza

3.500,00 Associazione Biellese Volontariato Odv – Biella, per il progetto Abv, sempre per tutti, la storia continua
3.500,00 Parrocchia di San Giuseppe - Biella per la casa parrocchiale di Favaro, bene comune al servizio della comunità
3.500,00 Asilo Infantile di Biella Vandorno - Biella per l'intervento di manutenzione locali didattici
3.500,00 Parrocchia San Lorenzo Ponderano - Ponderano (BI), per l'oratorio sicuro 3.000,00 Parrocchia di Santa Maria Assunta - Netro (BI), per il progetto Rivivere oratorio
3.000,00 Parrocchia S. Maria Assunta – Vigliano Biellese (BI), per la manutenzione di immobile adibito a oratorio
3.000,00 Associazione Turistica Pro Loco Pollone - Pollone (BI), per il risanamento ambienti centro polifunzionale 'Adriano Fenoglio'.
3.000,00 Parrocchia San Rocco - Mongrando (BI), per il progetto Casa San Rocco 2.500,00 Parrocchia S. Pietro Castellengo - Cossato (BI), per le manutenzioni aree esterne pertinenti alla chiesa
2.000,00 Parrocchia di Santa Maria della Pace – Pralungo, per il rifacimento decoro in ciottoli rappresentante la stella di Oropa ad otto punte della piazza Santa Maria della pace a Pralungo
1.500,00 La Fiaba Associazione per la Pedagogia Steineriana Aps – Biella, per il progetto Rinascita
1.500,00 Associazione Abc Onlus – Biella, per il progetto Scintilla
1.500,00 Seminario Vescovile - Biella per il progetto di recupero e valorizzazione di locali del seminario per attività di volontariato culturale
1.500,00 Circolo Sportivo Parrocchiale Torrazzese - Torrazzo (BI), per la manutenzione straordinaria impianto riscaldamento

1.000,00 Fondazione Asilo Infantile Biella Piano – Biella, per il progetto I primi passi ... In sicurezza§
1.000,00 Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Ets/aps – Biella, per il progetto risparmio energetico con la domotica
1.000,00 Scuola Materna Paritaria Asilo Infantile 'Silvia Rivetti Mazzuchetti' – Vigliano Biellese (BI) per il progetto Asilo sicuro
500,00 Con Tatto Odv – Occhieppo Superiore (BI), per il progetto solleva la spesa.

La situazione demografica delle imprese artigiane biellesi nel 2020, in discesa costante ed ininterrotta dal 2007, si è solo leggermente accentuata. Al 31/12/2020 infatti le imprese registrate all’Albo Artigiani erano 4.937, mentre al 31/12/2019 erano 4.999, segnando una perdita sul saldo iniziate/cessate, di 62 imprese, con un tasso di variazione negativo pari al -1,2%, superiore alla media piemontese (-0,3%) e nazionale (-0.2%).

Il dato finale 2020 ha purtroppo confermato il trend di decrescita, partito dal 2007, che vedeva iscritte e attive alla data del 1° gennaio, ben 6.594 imprese. Alle crisi che si sono succedute in questi ultimi anni si è sommata anche quella relativa alla pandemia, che sta rendendo sempre più “fragili” molte di queste imprese, soprattutto quelle appena costituite, che non dispongono di capitale proprio e hanno un ridotto portafoglio clienti. Per i riferimenti sull’elenco delle imprese da contattare per la realizzazione degli interventi utilizzare i seguenti contatti: - CNA Biella: è possibile inviare una mail all’indirizzo: mailbox@biella.cna.it, inserendo nell’oggetto la frase: Bando Spazio alla Comunità: richiesta elenco imprese - CONFARTIGIANATO BIELLA: Massimo Foscale tel. 0158551710 e-mail biella@biella.confartigianato.it www.confartigianatobiella.it

Comunicato stampa Fondazione CRB g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore