/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 04 marzo 2024, 10:40

Tregua dal maltempo nel Biellese, a Viverone il lago recupera 25 cm dalle piogge

Aggiornamenti importanti arrivano dall'Arpa Piemonte.

maltempo lago

Tregua dal maltempo nel Biellese, a Viverone il lago recupera 25 cm dalle piogge (foto di repertorio)

“Il minimo depressionario che nella giornata di ieri è andato approfondendosi sul Golfo Ligure causando un grande apporto di umidità e precipitazioni sulla regione, si è andato lentamente smorzando e allontanando verso la Corsica durante la notte. Ciò ha comportato una prima attenuazione della ventilazione orientale e una conseguente attenuazione delle precipitazioni che ancora hanno insistito sulla fascia pedemontana alpina, appenninica e sul Piemonte settentrionale con valori generalmente moderati o localmente forti, mentre sul resto della regione sono stati deboli”. Lo scrive Arpa Piemonte sul proprio sito web.

Come si legge nella nota, la quota neve si è attestata sui 700-900m, localmente a quote collinari in val Pellice e val Sesia; nelle ultime 12 ore si sono registrati accumuli nevosi di 40-50 cm su Alpi Graie e Alpi Cozie Nord. “E' stata segnalata un’intensa attività valanghiva spontanea, soprattutto di medie dimensioni, e con distacchi di fondo al di sotto dei 2300m – sottolinea Arpa - A causa delle precipitazioni intense della giornata di ieri e della nottata si sono verificati incrementi significativi in tutto il reticolo primario e secondario in particolar modo nelle zone pedemontane e di pianura. Nelle ultime 12 ore hanno superato il livello di guardia il Chisola a Vinovo e il Banna a Poirino. Sono stati registrati incrementi significativi su tutta l’asta del Po senza raggiungere il livello di guardia; attualmente il colmo di piena sta transitando a Torino. Il Tanaro ha già raggiunto il colmo durante la notte nelle stazioni a monte di Alessandria ed è attualmente in crescita nella stazione di Montecastello”.

Nel corso della giornata odierna la circolazione depressionaria localizzata sull’alto Tirreno è attesa in rapido allontanamento verso sudest fino a raggiungere il basso Adriatico e lo Ionio in nottata. I venti in quota si manterranno su valori moderati o localmente forti da nordest ancora nel pomeriggio, mentre la loro intensità nei medio-bassi strati tenderà a diminuire fino a debole già nelle prossime ore. Sono dunque ancora attese residue precipitazioni deboli per la mattinata, concentrate prevalentemente sulla fascia pedemontana piemontese con quota neve in aumento fino ai 1500 m a nord e 1200-1300 m a sud. La copertura nuvolosa è prevista in rapida diminuzione fino ad avere cieli poco nuvolosi o sereni in serata. Sarà possibile la formazione di foschie e locali nebbie sul Piemonte orientale nella notte e al primo mattino di domani.

“A partire dalla seconda parte della giornata di domani un minimo depressionario in discesa dalla Isole Britanniche porterà un nuovo peggioramento del tempo che, tuttavia, sembra attestarsi su valori molto inferiori rispetto a quelli misurati nei giorni appena trascorsi – conclude la nota - I livelli del reticolo secondario sono attualmente in decrescita. La piena al colmo del Po a Isola S. Antonio è attesa nel primo pomeriggio di oggi, dove si manterrà al di sotto del livello di guardia. Il colmo del Tanaro transiterà a Montecastello nelle ore centrali della giornata odierna con valori di piena ordinaria”.

Inoltre, come comunicato dal Comune, attraverso i dati da idrometro dell'Arpa, il Lago di Viverone, a ieri, ha recuperato 25 cm dalle piogge.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore