/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 luglio 2020, 06:50

A Pollone le mongolfiere non atterrano per Covid. Ma la Pro Loco rilancia con auto storiche e mostre

mongolfiere pollone

Foto delle scorse edizioni

Mongolfiere ed elicotteri non solcheranno quest'estate i cieli biellesi. L'ufficialità è arrivata nelle scorse settimane per bocca del vicepresidente della Pro Loco di Pollone, Adriano Giaretta: “Purtroppo il Covid-19 ci ha costretto a rinviare al prossimo anno la manifestazione Pollone dal Cielo. Dopo attente valutazioni abbiamo preso questa scelta ma ci sono altri eventi in cantiere e ne abbiamo discusso all'assemblea dei soci”.

Una riunione andata in scena nei giorni scorsi, indetta per l'approvazione del bilancio consuntivo 2019, a cui ha preso parte anche il sindaco Sandro Bonino, in qualità di socio, insieme agli altri, opportunamente distanziati e mascherati nel rispetto alle regole anticontagio attualmente vigenti. In tal sede, sono state illustrate alcune iniziative in scaletta dal mese di agosto. “Inizieremo con un mercatino qualificato per artigiani e hobbisti all'interno del Parco Burcina – spiega Giaretta - Da attuarsi le prime domeniche di agosto, settembre e ottobre affiancando le 4 casette che l'amministrazione comunale ci ha messo a disposizione all'ingresso del parco Burcina. Desideriamo ringraziare per la collaborazione prestata l'Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e Lago Maggiore che sono i responsabili anche del Parco Burcina”.

Ma gli appuntamenti in programma non terminano certamente qui. Durante il weekend del prossimo 4 ottobre, c'è l'intenzione di proporre una mini “special edition” di Pollone dal Cielo, come confermato dallo stesso vicepresidente della Pro Loco: “Stiamo verificando se sarà possibile ospitare alcune mongolfiere, considerando l'impossibilità di utilizzare gli ampi spazi del lanificio F.lli Piacenza per ovvie ragioni di sicurezza. Certamente avrà luogo, in ricordo dell'imprenditore pollonese Enrico Leone, il 2° Memorial a lui dedicato: un raduno di auto d'epoca, che quest'anno vedrà un'esposizione di dipinti dell'artista biellese Giovanni Rosazza, dedicati alle auto d'epoca e una mostra di francobolli in tema curata dal filatelico Paolo Mosca. Inoltre, durante la serata di presentazione del raduno, stiamo lavorando per la presentazione di un libro tutto biellese sulle auto d'epoca. Altre idee ci stanno impegnando, ma al momento non possiamo anticipare di più”.

Infine, nei locali di Piazza Delleani, verrà inaugurata una mostra di pittura e scultura il prossimo 24 ottobre: si chiamerà “Ritorna il Sandrun”, a 50 anni dalla sua scomparsa avvenuta il 24 luglio 1970. Il curatore, come già accaduto in altre occasioni, sarà l'appassionato d'arte di Pollone Gian Mario Tha. “Queste sono iniziative – conclude Giaretta - atte a siglare la ripartenza del sodalizio pollonese fermato come tutti dall'evoluzione del Covid-19”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore