/ Biella motori

Biella motori | 02 luglio 2019, 10:53

Il centro di Biella "invaso" da auto storiche per i 50 anni del Club Amsap FOTOGALLERY

moto auto storiche biella

Foto di D. Fresc

Domenica 30 giugno, il Club AMSAP di Biella, Automoto Storiche Alto Piemonte ha festeggiato i suoi primi 50 anni nel cuore della città organizzando un raduno di auto e moto storiche davvero eccezionali.

Il Club nato nel 1969 e fondato da appassionati biellesi è l’undicesimo Club federato ASI, più vecchio d’Italia. L’obiettivo di AMSAP è basato sulla ricerca e conservazione dei mezzi e veicoli a due e quattro ruote e dei loro documenti che appartengono alla storia della motorizzazione italiana. Oggi vanta 420 soci iscritti regolarmente. Le nostre valli biellesi, sono state la cornice di questo evento organizzato dal Club.

Il raduno a cui ha preso parte come navigatore anche il sindaco della città di Biella Claudio Corradino a bordo di una Mercedes W124 del 1994, ha iniziato la giornata in piazza Falcone a Biella alle ore 8.30. Dopo la registrazione dei partecipanti la carovana dei veicoli storici è partita per una passeggiata tra le strade del verde biellese: Pralungo, Tollegno, Sordevolo, Pollone, Occhieppo Superiore, Occhieppo Inferiore e rientro in Biella.

Le celebrazioni dei cinquant’anni AMSAP sono proseguite sino alle ore 18 in piazza V. Veneto con l’esposizione statica dei veicoli più storici dal 1909 al 1930 e con la sfilata delle altre auto storiche dall’anno 1930 al 1996, presentate dallo speaker Massimo Gioggia. Nel pomeriggio per l’occasione un pullman storico Fiat Tigrotto del 1956 ha permesso lo svolgimento di piccoli tour nelle vie della città.

Durante la pausa pranzo tenutasi all’Agorà Palace Hotel, il Presidente di AMSAP, Claudio Milan con il direttivo del Club, ha voluto premiare con delle targhe di riconoscimento i soci fondatori: Lorenzo, Pedrale, Roberto Miniggio e Vittorio Serventi. Poi targhe di riconoscimento agli ex presidenti: Remigio Cibin, Lorenzo Pedrale e Guido Gili. Altro riconoscimento ad Aldo Brovarone, designer di auto e della locandina dell’evento, premio ritirato dal nipote, Cesare Brovarone e presidente scuderia G.Bracco di cui Paolo Zegna è presidente onorario. Il presidente Claudio Milan ha ricordato con commozione Silvio Ubertino suo predecessore e figura molto conosciuta nel biellese. In questa importante giornata è stato inoltre ufficializzato il gemellaggio con Le Retraumobile Club de Haute Savoie, e per l’occasione i due Club si sono scambiati dei premi in ricordo dell’incontro avvenuto.

Tra i veicoli presenti ricordiamo una Diatto del 1913, una ormai rara Fiat 600 Multipla, il camion dei pompieri Fiat 507 del 1927, funzionante e completamente restaurato appartenente al Club biellese, alcune Balilla, una Morris Eight 1935, una Lancia Aurelia B20, la B21, B 50 Cabriolet. Presenti anche alcune motociclette, tra cui una Excelsior 1909, un Sidecar, una Gilera del 1932, e una del 1933. Il pubblico presente ha avuto modo di ammirare i 90 veicoli storici, di cui ventuno provenienti dalla Francia, appartenenti a Le Retraumobile Club de Haute Savoie, gemellato con Candelo. Le bellissime auto e moto, sono state esposte per farsi ammirare in piazza V. Veneto dal pubblico che ha potuto partecipare alla elezione dei tre veicoli storici ritenuti più interessanti attraverso un libero voto.

Le auto che si sono classificate sono: Prima Classificata, Rosengart Super Tracion del 1939 di B. Ribeyrolles; Seconda Classificata, Fiat Balilla 508 a tre marce 1932 di S. Paterniti; Terza Classificata, Morgan 4/4 1947 di T. Zola. Per le motociclette, il premio è andato alla Morini 175 GT 1956 di P. Chiocchetti. Ricordiamo che la sede del Club AMSAP si trova a Biella in via N.Sauro, n.15

Daniela Fresc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore