/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 09 aprile 2024, 17:40

Spiriti del tempo a Vigliano, l’arte sposa la tradizione vitivinicola

vigliano arte

Spiriti del tempo a Vigliano, l’arte sposa la tradizione vitivinicola (foto dal sito web di Comune di Vigliano Biellese)

Lo scorso venerdì 5 aprile, presso il Castello di Montecavallo, è stata inaugurata la mostra “Spiriti del tempo”. Dodici installazioni del collettivo artistico Cracking Art, dislocate nello splendido parco del Castello, sono il nucleo dell'esposizione, visitabile fino al 9 giugno. L’azienda vitivinicola Castello di Montecavallo ha realizzato l’evento con la collaborazione tecnica dell’Associazione Stilelibero; curatrice la storica dell’arte Carla Testore.

“L’amministrazione comunale che rappresento – ha spiegato il sindaco Cristina Vazzoler - è convinta sostenitrice di questa mostra, e per più ragioni. In questo 2024, anno in cui il Comune di Vigliano Biellese può fregiarsi del riconoscimento di Città europea del vino insieme ad una cordata di venti comuni dell’Alto Piemonte – Gran Monferrato, questo evento rappresenta il perfetto connubio fra vino e arte, collocandosi nel contesto di una splendida dimora storica che è anche sede di una prestigiosa azienda vitivinicola. In secondo luogo, crediamo fortemente nel potere rigenerativo dell’arte, capace di trasformare lo spazio e, a sua volta, nella capacità degli spazi rinnovati dall’arte di trasmettere emozioni uniche, in cui la fusione fra l’opera d’arte ed il contenitore divengono un tutt’uno: questo è l’obiettivo che la mia amministrazione ha perseguito, fra l’altro, con la realizzazione di alcune opere di street art che hanno connotato in modo innovativo diversi spazi del paese, rappresentandone le eccellenze. Fra queste, appunto, il vino delle nostre colline”.

“La fruizione artistica, nei nostri giorni, è sempre meno statica e contemplativa e sempre più esperienza – prosegue Vazzoler - Ecco che Spiriti del tempo cala fin da subito il visitatore in una dimensione partecipativa: la visita del parco secolare, la comprensione del significato delle opere e delle installazioni, la possibilità di degustare il prodotto che proprio in quelle colline nasce: il vino, che più di ogni altro si radica profondamente nella terra di origine. Tutto ciò si fonde in un progetto che Vigliano accoglie con piena sintonia di visione. Siamo certi che la celebrazione del trentennale del collettivo artistico della Cracking Art sarà un momento di reale promozione di un messaggio di sostenibilità globale che passa anche attraverso la più autentica tradizione agricola ed enogastronomica: un messaggio capace di mettere in connessione il tempo dell’arte e quello dei suoi fruitori, e di promuovere insieme il territorio che li ospita”.

Presente all’inaugurazione anche Mario Arosio, presidente del Comitato Alto Piemonte e Gran Monferrato città europea del vino 2024 (nella foto, insieme a Tomaso Incisa della Rocchetta). Spiriti del tempo è un evento inserito nel calendario di iniziative di Città Europea del Vino. “Un risultato – ha detto Arosio - a cui, come comitato e territorio, abbiamo lavorato per lungo tempo. Un risultato nato dal lavorare insieme, cosa di cui sono molto orgoglioso”.

“Un numero ingente di visitatori – conclude Vazzoler – ha visitato il nostro territorio già nel primo fine settimana di apertura della mostra. Questo ottimo risultato deve fare riflettere profondamente sulle ricadute economiche che può generare un evento di tale portata, supportato da una adeguata promozione a livello nazionale. Siamo al lavoro con le aziende agricole, ma anche con artigiani e commercianti per innescare tutte le possibili sinergie per una valorizzazione del territorio quanto più possibile ad ampio raggio”.

Redazione g. c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore