ELEZIONI COMUNE DI BIELLA
 / EVENTI

EVENTI | 16 aprile 2024, 07:00

Teatrando, un viaggio tra le fiabe, ma questa volta per i grandi...

I partecipanti, divisi in gruppi, saranno guidati in questo percorso labirintico da altri attori, che racconteranno a loro volta una fiaba (forse).

Teatrando, un viaggio tra le fiabe, ma questa volta per i grandi...

Teatrando, un viaggio tra le fiabe, ma questa volta per i grandi...

Teatrando porterà in scena nel fine settimana, Sabato 20 e Domenica 21 Aprile, al Castello di Castellengo “Fiabe?!” una rivisitazione, volutamente arbitraria, delle tradizionali storie che si raccontano ai bambini. Ma lo spettacolo non è per bambini, è per famiglie, pensato più per i grandi che per i piccini. Autori, registi e attori di Teatrando hanno scelto di sorprendere gli spettatori, partendo dalle fiabe tradizionali (di Perrault, La Fontaine e dei Fratelli Grimm), ma riscrivendole in modo ironico e irriverente. Figure e trame ben note vengono stravolte o comunque rimescolate, con l’intento soprattutto di divertire.

Le scene, riadattate al nuovo contesto, sono una selezione di quelle che furono proposte nell’omonimo spettacolo che la compagnia diretta da Paolo Zanone presentò al Brich di Zumaglia nel Luglio del 2017.

Proposto in forma itinerante, lo spettacolo partirà dalla Porta del Moro e si svilupperà in sette scene, dislocate nelle sale e negli spazi esterni del Castello di Castellengo.

I partecipanti, divisi in gruppi, saranno guidati in questo percorso labirintico da altri attori, che racconteranno a loro volta una fiaba (forse). L’ingresso avverrà a gruppi, ogni 20 minuti, al sabato dalle 19.30 alle 21.10 e alla domenica dalle 16.00 alle 17.40 (in caso di esaurimento posti verranno aggiunti anche i gruppi della 21.30 il sabato e delle 18 la domenica). 

Alla partenza del percorso, l’Associazione Intorno al Castello proporrà una degustazione (info e prenotazioni: 335.5252890).

c.s.teatrando, s.zo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore