ELEZIONI COMUNE DI BIELLA
 / Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 21 aprile 2024, 09:34

Torino: Ingoiano la droga alla vista dei Carabinieri

Sempre più spesso i pusher pensano di farla franca così (ma non ci riescono). Un arresto ogni 48 ore nella lotta allo spaccio, tra San Salvario, Collegno e Buttigliera Alta

Torino; Ingoiano la droga alla vista dei Carabinieri

Torino; Ingoiano la droga alla vista dei Carabinieri

Si chiama ”Body stuffing”: è il tentativo estremo che gli spacciatori fanno sperando di farla franca, alla vista delle forze dell'ordine. Ingoiano le dosi di droga di cui sono in possesso. Ma non funziona (quasi) mai. Ecco perché, negli ultimi giorni, i carabinieri hanno effettuato un arresto ogni 48 ore nel contrasto alla vendita di sostanze stupefacenti. 

A San Salvario, per esempio, si sono verificati due diversi episodi che hanno portato all'arresto di due pusher centrafricani di giovane età e senza fissa dimora. Avevano con sé più di 20 dosi di cocaina, ma in entrambi i casi hanno anche cercato di inghiottire altre dosi nascoste in gola, per evitare l'arresto. La droga trovata in loro possesso è stata sequestrata e i due sono finiti in manette.

Scena simile anche a Collegno, dove altri due pusher centrafricani hanno cercato, con la stessa tecnica, di nascondere la droga che avevano con sé. Sottoposti poi a perquisizione personale, i due sono stati trovati anche in possesso di denaro contante, probabilmente frutto dell'attività di spaccio.

Infine, a Buttigliera Alta, in frazione Ferriera, è finito in manette un italiano di 39 anni che stava per cedere alcuni grammi di hashish a un consumatore. Nella sua casa è stata trovata altra sostanza stupefacente (hashish), denaro contante, materiale per il confezionamento e bilancino elettronico. L'uomo si trova ai domiciliari.

red.torino, s.zo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore