/ Ciclismo

Ciclismo | 19 aprile 2024, 17:20

107° Giro d’Italia, oggi in Prefettura il punto sulla sicurezza in Prefettura

Il percorso di gara interesserà tratti di strade comunali, provinciali ed, altresì di competenza dell’ANAS, ricadenti nel territorio dei Comuni di: Villanova Biellese, Mottalciata, Cossato, Quaregna Cerreto, Valdengo, Piatto. Bioglio, Valle San Nicolao, Valdilana, Pray, Portula, Veglio, Pettinengo, Camandona. Callabiana, Andorno Micca, Tollegno, Pralungo, Biella.

107° Giro d’Italia, oggi in Prefettura il punto sulla sicurezza in Prefettura

107° Giro d’Italia, oggi in Prefettura il punto sulla sicurezza in Prefettura

In data odierna il Prefetto di Biella, Silvana D’Agostino ha convocato il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica in vista dello svolgimento del 107° Giro d’Italia la cui seconda tappa del 5 maggio 2024 “San Francesco al Campo- Santuario di Oropa Biella” interesserà anche il territorio della provincia di Biella.

Il Comitato è stato ampliato nella sua composizione con la partecipazione della Sezione di Polizia stradale di Biella, dei Vigili del Fuoco, dell’ANAS S.p.a,, della Regione Piemonte, della provincia di Biella, del Coordinamento provinciale di Protezione civile, della Croce Rossa sezione di Biella, del 118 centrale operativa di Novara, dell’Amministrazione del Santuario di Oropa, dei Sindaci dei Comuni interessati al passaggio della gara e dell’Organizzatore della competizione ciclistica in parola.

Il percorso di gara interesserà tratti di strade comunali, provinciali ed, altresì di competenza dell’ANAS, ricadenti nel territorio dei Comuni di: Villanova Biellese, Mottalciata, Cossato, Quaregna Cerreto, Valdengo, Piatto. Bioglio, Valle San Nicolao, Valdilana, Pray, Portula, Veglio, Pettinengo, Camandona. Callabiana, Andorno Micca, Tollegno, Pralungo, Biella.

Finalità del Comitato è stata quella di definire la cornice di sicurezza entro la quale si svolgerà la predetta manifestazione sportiva, con speciale riguardo alle condizioni di sicurezza dei concorrenti, degli spettatori, dei tratti di strada interessati dal passaggio della gara ed, altresì, alla definizione dei compiti del volontariato.

Saranno effettuate ulteriori riunioni in Prefettura, anche per definire gli aspetti di dettaglio del Piano sanitario relativo alla competizione ciclistica.

Gli indirizzi emersi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica verranno tradotti in misure operative in sede di appositi Tavoli tecnici che si terranno prossimamente in Questura.

A seguito dell’emanazione dell’autorizzazione alla competizione ciclistica in parola, di competenza della Regione Piemonte, il Prefetto adotterà l’Ordinanza di sospensione della circolazione stradale per entrambi i sensi marcia, per i tratti stradali al di fuori dei centri abitati e per i tratti stradali inclusi nei centri abitati ma non comunali sino al termine della competizione.

I Comuni i cui centri abitati sono interessati dal percorso di gara su strade di proprietà comunale, ricevuta l’Ordinanza prefettizia, adotteranno le rispettive Ordinanze di limitazione del traffico per i tratti di strade di competenza, ai sensi dell’art. 7 C.d.S., uniformandosi alla durata della sospensione disposta dal Prefetto.

c .s.prefettura di biella, s.zo.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore