SPORT - 01 maggio 2022, 21:06

Biella Basket, un biglietto da visita per il territorio

basket biella

Biella Basket, un biglietto da visita per il territorio

La passerella al Forum contro la Stella Azzurra è stata l’occasione per una città di riavvicinarsi e riappropriarsi del basket, questa contro i romani era la classica partitella di allenamento di fine stagione.

Biella senza Davis, per squalifica Infante e Zanchi per le ben note malattie, ha permesso a Nicolai di far ruotare tutto il gruppo. Non è stata una partita in cui era determinante il risultato ma una sorta di consacrazione della bellezza di uno sport che a Biella ha messo radici da decenni. Il parquet conquistato a fine partita con la dirigenza e le squadre giovanili in gran spolvero è un manifesto di intenti.

Biella mai doma è pronta a ripartire come l’araba fenice dalle proprie ceneri; con nuovi innesti, nuovi giocatori e nuovi cuori che battono sotto le canotte rossoblù. Un percorso quello del basket virtuoso un tesoro che abbiamo avuto e forse poco coltivato e di cui dovremmo andare orgogliosi.

Lo sport è una cartina tornasole bellissima, un biglietto da visita di un territorio. Coltivare questo bel fiore non è solo un modo per aiutarci a uscire da un isolamento culturale vuol dire essere orgogliosi di quello che si fa e questo per la mentalità biellese sarebbe già un bel passo in avanti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

SU