SPORT - 17 aprile 2022, 06:50

Latina-Biella, le pagelle della sfida

pagelle basket

Latina-Biella, le pagelle della sfida (Credit: Latina Basket)

Unica squadra del girone a vincere in trasferta fatta salva la capolista Udine il colpo di Biella si fa sentire sulle dirette concorrenti, più 4 su Piacenza e piu 6 su capo d’orlando a tre partite dalla fine del campionato dopo aver agganciato Milano.

Soviero 5,5 la nota stonata della serata gioca poco e non è incisivo e dopo due falli Zanchi lo manda in panca 

Bertetti 6,5 partita non facile la sua ma porta il consueto contributo di grinta e di lotta, una battaglia ed è l’ambiente che meglio preferisce

Davis 7 chiamatelo duracell stakanov ocome meglio credete ma rimane in campo per 40 lunghissimi minuti, Zanchi non gli concede mai di tornare in panca e questo è un grande credito di fiducia per l’americano che però non segna la sua solita caterva di punti

Infante 9 MVP sicuramente risponde prontamente a ogni tentativo dei laziali di mettere il muso avanti, una sentenza da tre e una grinta e una lotta da capitano vero. Leone

Porfilio 8 il giocatore che non ti aspetti e che forse cala un po’ nel finale ma i suoi dodici minuti uniti a uno score perfetto sono la dimostrazione di un grande talento

Hasbrouck 8 non gli riesce la tripla come la settimana scorsa però un regista così è luce per gli occhi di questa Biella, la palla non scotta mai nelle sue mani e i 5 assist e i tre recuperi danno la dimensione della bontà del suo basket  

Morgillo 6,5 il primo break è il suo poi torna nella ripresa per dare un po’ di fiato a Infante fa il suo senza paura

Pollone 7 un mezzo voto in meno per i tanti liberi sbagliati nel finale ma ci può stare la battaglia è stata dura e mantenere la lucidità non è sempre facile, tira la carretta come suo solito e non si estranea dalla lotta 

Bianchi 7 corrente alternata segna la metà dei suoi punti negli ultimi quindici secondi dalla linea della carità e sono quelli che fanno la differenza

Zanchi 9 cambia quintetto iniziale, smuove le carte, cambia e ruota gli uomini e alla fine Gramenzi non ci capisce più nulla. La salvezza è merito suo Maestro

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

SU