EVENTI - 10 giugno 2024, 07:10

L'Associazione Amici dell'Ospedale di Biella porta in città la Festa internazionale della musica

La Festa Internazionale della Musica, nata in Francia nel 1982, ha visto i suoi primi sviluppi in Europa nel 1985 in occasione dell'anno europeo della Musica. A Biella l'evento è inserito della Staffetta della generosità

L'Associazione Amici dell'Ospedale di Biella porta in città la Festa internazionale della musica

L'Associazione Amici dell'Ospedale di Biella porta in città la Festa internazionale della musica

LA FESTA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA del 21 giugno, solstizio d’estate, coinvolge anche il progetto LA STAFFETTA DELLA GENEROSITÀ dell’Ass.Amici dell’Ospedale di Biella, in collaborazione con Fondazione CRB e Fondo Edo Tempia e col patrocinio del Comune di Biella.

L’evento musicale e’ inserito nella pagina del MINISTERO DELLA CULTURA

Il fil rouge della MUSICA, dopo il jazz e la musica corale dei precedenti eventi benefici, coinvolge medici e tecnici ospedalieri. Protagonisti della serata saranno infatti due gruppi musicali, formati per lo piu’ da medici, che subito si sono messi a disposizione per dare il loro contributo per la raccolta fondi per l’ALTA TECNOLOGIA in Ospedale.

Lo spettacolo è costituito da due parti.

Prima parte. Vede in scena LA COMPAGNIA DELLA BORRAGINE, coordinata dalla dott.ss Paola Matera del CSM, fondata nel 2022 in quel di Biella, presentera’ un repertorio dedicato a FABRIZIO DE ANDRE’. Il tributo a De Andrè è di sicuro il fiore all’occhiello della compagnia della Borragine. Uno spettacolo che regala agli appassionati le opere musicali di Fabrizio De Andrè, ben interpretate dalle voci di Paola Matera e di Federico Saccente. Ecco i musicisti che li accompagneranno sul palco:

Fabio Lamanna pianoforte –

Pasquale Sanzò batteria –

Andrea Bertieri chitarra –

Ricardo Martinez violino –

Simone Palma fisarmonica –

Luigi Papale basso .

Presenta : Cristiano Puozzo.

Seconda parte Vedra’ in scena il gruppo de Le MEDICAZIONI MUSICALI, che presenta un repertorio swing/jazz di celebri brani italiani e internazionali (strumentali e cantati) riarrangiati ad hoc e rielaborati in maniera bislacca. Il genere spazia dalla musica da film (Nino Rota, Henry Mancini, Ennio Morricone) ai pezzi italiani anni '50 –‘60 (Natalino Otto, Gorni Kramer, Quartetto Cetra, Bruno Martino, Fred Buscaglione) sino ai cantautori italiani (Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Paolo Conte), con eccentriche e inaspettate incursioni che intrecciano la musica sudamericana ai Beatles. Il tutto naturalmente reinterpretato in modo stravagante e scherzoso, seguendo come filo conduttore la salute, la professione medica e le storie delle persone che si incontrano nei corridoi, negli ambulatori e nei reparti di un moderno ospedale.

Il gruppo è composto da :

Gianluca Averono – chirurgo otorinolaringoiatra - pianoforte e voce

Roberto Beccati - tecnico ingegneria clinica - mandolino e contrabbasso

Francesco Cossano - chirurgo vascolare - saxofoni

Giovanni Di Cintio – chirurgo otorinolaringoiatra - violino

Roberto Perinotti - chirurgo generale - bassotuba e voce

Diego Zublena - batteria

TRA LA 1° E LA 2° PARTE UN INTERMEZZO RECITATO CON IL DOTT. MATTIA PECCHIO

Il Presidente dell’Associazione Amici dell’ospedale di Biella ringrazia tutti i medici-musicisti ed i loro collaboratori che hanno sposato la causa del progetto “STAFFETTA DELLA GENEROSITÀ BIELLESE PER L’ALTA TECNOLOGIA” (mantenimento robot chirurgico e Sala Ibrida) e aderito gratuitamente per dar vita alla serata musicale

La raccolta fondi per L’Alta Tecnologia con il mantenimento Robot chirurgico e attivazione Sala Ibrida -afferma il dott. Leo Galligani, presidente dell’associazione Amici dell’ ospedale di Biella- ha lo scopo di completare un progetto a favore di tutti, ma anche coinvolgere i cittadini nella conoscenza-partecipazione-collaborazione di una vera trasformazione del nostro ospedale, che diventerà piu’ attrattivo per nuovi medici e con grandi benefici per i pazienti : si potranno ricevere a casa nostra, con medici esperti, cure che oggi si possono ottenere solo nei grandi centri nazionali. La parola chiave e’ “ INSIEME“, tutti insieme per un alto fine e un obiettivo che riguarda tutti noi: il nostro Ospedale.

Un ringraziamento speciale al COMUNE di Biella e all’Assessorato alle Manifestazioni per il patrocinio, la grande collaborazione e gli aiuti concreti per l’organizzazione serata.

COMPAGNIA DELLA BORRAGINE

Il tributo a De Andrè è il fiore all’occhiello della compagnia della Borragine. Uno spettacolo che regala agli appassionati le grandi produzioni musicali di Fabrizio De Andrè sontuosamente interpretate da Paola Matera e da Federico Saccente. Non è facile per un' interprete femminile prestare la propria voce ai brani dell’intramontabile cantautore genovese. Di certo Paola riesce a superarsi, interpretando ogni brano con grinta, con grande coinvolgimento emozionale e con assoluta padronanza. E lo fa già dal lontano 2009, quando per la prima volta si cimentò in questo non facile ruolo, rivelando in toto il suo immane talento. Un talento entrato da subito in perfetta sinergia con quello di Federico Saccente, anche lui dotato di grande personalità e di indiscutibile bravura. Ovviamente le voci di Paola e Federico non possono fare a meno del vestito musicale cucito ad hoc dai validissimi musicisti che li accompagnano sul palco. Si tratta di - Fabio Lamanna pianoforte - Pasquale Sanzò batteria - Andrea Bertieri chitarra - Luigi Papale basso - Ricardo Martinez violino – Simone Palma fisarmonica.

Va detto che oltre a Paola e Federico, anche Fabio Lamanna si distingue nel ruolo di vocalist, oltre che di pianista, alternandosi agli altri due interpreti in modo altrettanto impeccabile, a conferma della sua poliedricità sia come cantante che come musicista. Tra i vari brani non mancheranno alcune piccole divagazioni dei protagonisti, talora anche divertenti, per accompagnare gli spettatori a una perfetta simbiosi con le memorabili creazioni del celebre cantautore. Da quest’anno il tributo a De Andrè porterà il marchio della Compagnia della Borragine, fondata nel 2022 in quel di Biella. E sarà sicuramente un punto di forza notevole per la stessa compagnia portare sul palco artisti di grande pregio per dar voce a una delle più belle voci del cantautore di sempre.

Le "Medicazioni Musicali".

Il gruppo, nato casualmente una notte del 2016 in sala operatoria dall’iniziativa di un otorinolaringoiatra, un chirurgo generale e un tecnico dell'ingegneria clinica e composto originariamente da pianoforte, bassotuba e mandolino, ha iniziato a esibirsi per scopi benefici proponendo un repertorio swing/jazz di celebri brani italiani e internazionali (strumentali e cantati) riarrangiati ad hoc e rielaborati in maniera bislacca. Il genere spazia dalla musica da film (Nino Rota, Henry Mancini, Ennio Morricone) ai pezzi italiani anni '50 –‘60 (Natalino Otto, Gorni Kramer, Quartetto Cetra, Bruno Martino, Fred Buscaglione) sino ai cantautori italiani (Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Paolo Conte), con eccentriche e inaspettate incursioni che intrecciano la musica sudamericana ai Beatles. Il tutto naturalmente reinterpretato in modo stravagante e scherzoso, seguendo come filo conduttore la salute, la professione medica e le storie delle persone che si incontrano nei corridoi, negli ambulatori e nei reparti di un moderno ospedale.

Dalla fine del 2021 il trio si è tramutato in sestetto con l'aggiunta di tre musicisti-sanitari al violino, al saxofono e alle percussioni, potendo in tal modo ampliare il repertorio esistente con l'introduzione di nuove e più varie sonorità.

La Festa Internazionale della Musica, nata in Francia nel 1982, ha visto i suoi primi sviluppi in Europa nel 1985 in occasione dell'anno europeo della Musica. A partire dal 1995, gli organismi pubblici e privati qui riuniti, sono co-organizzatori di una Festa europea della Musica, ogni 21 giugno, al fine di testimoniare, attraverso un avvenimento comune, la volontà di favorire una migliore conoscenza delle realtà artistiche attuali dei propri paesi, e di sviluppare gli scambi, in ambito musicale, tra i paesi dell'Unione europea e della grande Europa. Questo avvenimento prende forma attraverso una grande manifestazione locale in ciascuno dei paesi o in ciascuna delle collettività partner, e ha la finalità di favorire gli incontri multilaterali tra musicisti europei. La Festa Europea della Musica ha per vocazione il rafforzarsi della cooperazione europea con l'appoggio degli associati affinché possano emergere le collaborazioni tra i partner per contribuire allo sviluppo di una Cultura Europea.

 

c.s.amici dell'ospedale di Biella, s.zo.

SU