/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 04 marzo 2024, 14:00

La mostra e la premiazione al Macist per il progetto Art and science across Italy

fondo edo tempia

La mostra e la premiazione al Macist per il progetto Art and science across Italy

Dopo quasi due anni di seminari e laboratori, è il momento della mostra per il progetto Art and science across Italy, un’iniziativa nazionale che vuole mescolare i mondi di scienza e arte per avvicinare gli studenti a entrambe le discipline e che nel Biellese ha la Fondazione Tempia come portabandiera. Saranno esposte al museo Macist di costa di Riva le opere realizzate dalle classi dell’Itis Quintino Sella, indirizzo scienze applicate, e del liceo scientifico Avogadro che hanno partecipato fin dallo scorso anno scolastico al progetto.

L’inaugurazione è in programma sabato 9 alle 17 mentre lunedì 11 alle 15 ci sarà la cerimonia di premiazione. Le due opere migliori, decretate da una giuria di cui farà parte anche l'artista e ingegnere Luciano Maciotta, saranno anche le prescelte per essere saranno esposte alla mostra di chiusura del biennio, in calendario a inizio maggio al Museo archeologico nazionale di Napoli. Qui verranno selezionati i lavori considerati più meritevoli per i quali ci sono in palio trenta posti per borse di studio al Cern di Ginevra e 24 per i laboratori nazionali del Gran Sasso. Cern e Istituto nazionale di fisica nucleare sono proprio le due realtà da cui è scaturito il progetto biennale, giunto ora quasi al termine della quarta edizione con diciannove città italiane, tra cui Biella, coinvolte nelle mostre locali.

La Fondazione Tempia era venuta in contatto con il progetto nel 2022 quando a Napoli vennero esposte le opere di Genomic Art, l’iniziativa che ha visto il laboratorio di genomica e quello di arteterapia rielaborare in opere con tecniche miste le copertine di vecchie riviste scientifiche in cui erano raffigurate immagini a colori di cellule viste al microscopio. Proprio le ricercatrici Giovanna Chiorino e Ilaria Gregnanin e l’arteterapeuta Giovanna Pepe Diaz, con il coordinamento della psicologa Maira Iannuzzi, referente per i progetti della Fondazione nelle scuole, hanno trattato argomenti scientifici e artistici nelle classi di Itis e scientifico durante lo scorso anno scolastico. Gli studenti hanno poi partecipato al campionato della creatività, affrontando tematiche del mondo della scienza attraverso foto, video, racconti e meme.

Nell’anno scolastico corrente ragazze e ragazzi, quasi quaranta, si sono poi divisi in piccoli gruppi per la realizzazione delle loro opere, con l’obbligo di partire da un tema scientifico e rielaborarlo con il linguaggio dell’arte. Da sabato e per tre fine settimana, fino a domenica 24 marzo, sarà possibile vederle da vicino al Macist, il museo di arte contemporanea che Omar Ronda dedicò alla ricerca sul cancro. Durante i pomeriggi di apertura del museo, i ragazzi stessi saranno nelle sale per illustrare le loro opere al pubblico. Alla premiazione di lunedì 11 sarà presente anche Pierluigi Paolucci, ricercatore del Cern e dell’Istituto nazionale di fisica nucleare e responsabile per l’Italia del progetto Art and Science.

c. s. Fondo Edo Tempia g. c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore