/ SPORT

SPORT | 28 febbraio 2024, 06:50

Gioca da soli tre anni, ma per Fabrizio si sono aperte le porte della Verona Rugby Academy

Il sogno di Fabrizio? Giocare a fianco al suo idolo, Ange Capuozzo,

Gioca da soli tre anni, ma per Fabrizio si sono aperte le porte della Verona Rugby Academy, foto Angelo Coda Caseia

Gioca da soli tre anni, ma per Fabrizio si sono aperte le porte della Verona Rugby Academy, foto Angelo Coda Caseia

Mamma Monica anche se un po' di timore (giustamente) non nasconde di averlo per la grande novità, ma è entusiasta e orgogliosa, come tutta la sua famiglia e anche la BRC, Biella Rugby Club, dove Fabrizio gioca da appena qualche anno: "Da quando è andato a giocare a Verona con la squadra l'anno scorso, ha iniziato a martellarci a casa dicendo che voleva a tutti i costi tentare di entrare alla Verona Rugby Academy. Noi un po' lo abbiamo ascoltato, poi è diventato sempre più insistente, allora gli abbiamo fatto fare i provini richiesti e a settembre inizierà. Non lo tiene più nessuno! E' felicissimo!".

Fabrizio ha 13 anni, 14 in agosto. Fa la terza media a Tollegno, dove abita con la mamma, il papà e la sorellina che adora, e da soli 3 anni gioca a Rugby, a Biella, ora nell'Under 14. Per 5 ha giocato a calcio (il papà è anche allenatore). Il fatto è che con il Rugby ha trovato la sua dimensione.

"E' praticamente la sua vita - racconta la mamma - . Lo adora e gli ha fatto bene, lo ha cambiato, lo ha fatto crescere nella vita. Fabrizio è un'altra persona da quando ha iniziato questo sport. In campo dà sempre il meglio di sé, anche negli allenamenti, per lui è come se fosse sempre una partita dà sempre il massimo. Quando qualche mese fa è morto il bisnonno gli ho chiesto se voleva stare a casa....lui no, è andato sul campo e ha dato il meglio di sé, ha sputato l'anima con tutto se stesso".

Cos'è la Verona Rugby Academy? Dal 2018 seleziona e forma gli atleti col miglior potenziale, accompagnando i giovani rugbisti in un percorso di crescita sportiva e umana diretto al raggiungimento dell’alto livello. "Per Fabrizio vuole dire tanto - racconta ancora la mamma - . E' ovvio che ci abbiamo pensato molto prima di permettergli di fare questo grande passo, perchè è impegnativo sotto tanti punti di vista. Alla mattina andrà al liceo, e al pomeriggio si dovrà allenare, non è da poco. Di sicuro devo ringraziare chi gli è stato vicino alla BRC, in particolare Jack, Edo e Adriano, che gli ha insegnato ad avere stima di sé. Sicuramente sarà un'avventura, speriamo che vada bene, per noi in ogni caso è già una conquista per lui come persona, è un ragazzo meraviglioso e se lo merita".

Il sogno di Fabrizio? Giocare a fianco al suo idolo, Ange Capuozzo, la nuova stella del rugby, e noi glielo auguriamo con tutto il cuore. 

 

stefania zorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore