/ Animalerie

Animalerie | 26 febbraio 2024, 12:56

Punto Animal Friendly: A Biella l'assistente sociale in aiuto dei padroni di animali che necessitano di cure FOTO

Importante accordo firmato oggi tra settore servizi alla Persona del Comune di Biella e l'ODV "Legami di Cuore"

Punto Animal Friendly: A Biella l'assistente sociale in aiuto dei padroni di animali che necessitano di cure

Punto Animal Friendly: A Biella l'assistente sociale in aiuto dei padroni di animali che necessitano di cure

Accogliere, sostenere necessità e richieste d’aiuto da parte di persone in carico ai servizi sociali per i propri animali d'affezione, è lo scopo dell’accordo di collaborazione nato tra il Comune di Biella e l’Organizzazione di Volontariato Legami di Cuore e firmato oggi lunedì 26 febbraio in Comune.

Il progetto si chiama “Legami di Cuore, quando l’inclusione sociale passa dall’animale d’affezione”. E' finanziato dalla Regione Piemonte nell’ambito del Bando "Sostegno a progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni del Terzo Settore”, ed ha carattere sperimentale fino al 31/12/2024, salvo proroghe.

In che cosa consiste? Nell'attivazione di uno sportello in via Trento al civico 13 a Biella, dove già si trova il punto Animal Friendly, al quale si potranno rivolgere le persone che avranno necessità in via urgente per i propri pelosetti. Unica condizione indiscutibile è che la persone deve essere seguita dai servizi sociali. "Era un servizio che da anni offriamo a persone che si rivolgono a noi - racconta Alberto Scicolone di Legami di Cuore - , ma che con il tempo non riusciamo più a sostenere perchè arrivano davvero tantissime richieste di aiuto. Ora finalmente chi si rivolgerà a noi sarà messo in contatto con un assistente sociale, e solo dopo verrà da noi per la prestazione. In questo modo sarà possibile anche fare emergere situazioni di fragilità, situazioni che riguardano persone che non si sono mai rivolte ai servizi sociali ma che in realtà ne avrebbero necessità".

Nel 2023 grazie ai fondi regionali è nato l'ambulatorio veterinario sociale in via Don Sturzo a Biella, al quale si rivolgono sempre le persone seguite dai servizi sociali, ma esclusivamente per prestazioni di base. "Fino a dicembre - come spiega la dottoressa veterinaria Marilena Rosso - sono stati 42 gli accessi a questo servizio, per un totale di 84 prestazioni. Davvero tante, è un ottimo risultato". "Il problema - spiega l'assessore alla Politiche Sociali Isabella Scaramuzzi - è che ci siamo resi conto che molte volte capita l'urgenza, la necessità di piccoli interventi, visite specialistiche, che non sono contemplate tra le attività di base dell'ambulatorio. Ed è a questo punto che entrerà in gioco il Punto Animal Friendly".

Tra le prestazioni offerte ci sono sostegno economico finalizzato all'acquisto di farmaci, pacchi alimentari per l'animale, accompagnamento nella ricerca di una nuova famiglia per il pelosetto che ne ha necessità, accompagnamento verso ambulatori in mancanza di sua autonomia. 

"Oggi viviamo in una società dove le prestazioni per gli animali sono davvero costose e non tutti possono permettersele - commenta l'assessore regionale Chiara Caucino presente alla firma dell'accordo in Comune, che ha fortemente voluto l'ambulatorio veterinario sociale - . Ci sono tante fragilità alle quali la politica deve andare incontro, trovare una risposta". 

"Per molti l'animale è come una persona - conclude il sindaco Claudio Corradino -, è l'unico essere con il quale si sentono liberi, che li aiutano ad affrontare determinate patologie. Per l'amministrazione questo è un investimento, è un aiuto nel campo sociale importantissimo, un unico modello in Italia al quale ne seguiranno sicuramente altri almeno in Piemonte grazie all'impegno della Regione". 

stefania zorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore