/ Newsbiella Young

Newsbiella Young | 08 febbraio 2024, 08:20

In giro per la Spagna con il car pooling: il racconto di una studentessa

Un modo per viaggiare e chiacchierare risparmiando.

In giro per la Spagna con il car pooling: il racconto di una studentessa.

In giro per la Spagna con il car pooling: il racconto di una studentessa.

Secondo wikipedia il car pooling, detto anche auto di gruppo, auto condivisa o viaggio condiviso, indica una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi di trasporto.

Oggi vi raccontiamo l'esperienza di Aurora che ama molto viaggiare, sfruttando le opportunità che questa modalità innovativa offre rispetto al solito. Le abbiamo chiesto cosa ne pensa e quali sono i motivi del suo apprezzamento. 

Quante volte l'hai sfruttati e com'è andata?

"Io ho provato il servizio 4 volte e credo sia un ottimo modo per spostarsi: innanzitutto per le tempistiche, poiché si arriva prima alla meta; poi per il costo, che è spesso minore rispetto a quello di bus o treni; anche per l‘inquinamento, perché si riducono il numero di auto in circolazione. Ciò che mi è piaciuto maggiormente è stato poter conoscere nuove persone, le loro esperienze, chiedere loro consigli sui luoghi in cui mi stavo dirigendo, sul cibo, sui monumenti. Per esempio, una delle ultime volte che l’ho utilizzato ho conosciuto un uomo di 40 anni che aveva fatto il cammino di Santiago in pattini a rotelle per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza; un’altra volta ho incontrato Beatriz, una ragazza di Saragozza che vive a Pamplona, che mi ha dato dei consigli per la Festa di San Firmino, le giornate da evitare e quelle in cui è necessario essere presenti per vivere l’autentica atmosfera di festa".

Quindi la tua esperienza è stata...

“La mia esperienza si è rivelata decisamente positiva! Forse solo una volta ci sono stati dei disguidi perchè ‘l’admin’ con cui mi interfacciavo era nuovo dell‘applicazione e aveva sbagliato a mettere alcune indicazioni; comunque alla fine si è risolto tutto per il meglio”.

Alcuni potrebbero pensare che sia pericoloso viaggiare con sconosciuti. Tu cosa ne dici?

Non ho percepito questo pericolo anche perché i guidatori sono verificati e devono inserire tutti i dati sull‘applicazione, compresa la loro carta d’identità; vi sono inoltre le recensioni di chi ha viaggiato con loro prima di noi che sono molto utili per comprendere con chi viaggiare o meno; viene persino indicata l‘età e se durante la corsa ci sono altri passeggeri e i loro dettagli.

Aurora, NBY

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore