/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 07 dicembre 2023, 15:21

Festa dell’Albero: Legambiente e “Su Nuraghe” con i ragazzi delle scuole di Sandigliano e i Carabinieri forestali di Biella

In una bella mattinata di sole, ai Carabinieri forestali il compito di tenere una lezione di educazione ambientale all’aperto

Festa dell’Albero: Legambiente e “Su Nuraghe” con i ragazzi delle scuole di Sandigliano e i Carabinieri forestali di Biella

Festa dell’Albero: Legambiente e “Su Nuraghe” con i ragazzi delle scuole di Sandigliano e i Carabinieri forestali di Biella

Su invito del prof. Antonello Papa, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Cesare Pavese” di Candelo e di Sandigliano e del Comandante del Nucleo Forestale di Biella, Maresciallo Ordinario Massimiliano Taurino, il presidente Battista Saiu e il vicepresidente Roberto Perinu del Circolo Culturale Sardo “Su Nuraghe” di Biella, unitamente al presidente di Legambiente, Daniele Gamba, hanno partecipato il 21 novembre scorso, a Sandigliano, alla Giornata Nazionale dell’Albero 2023.

Ad attendere le scolaresche della Scuola primaria di Primo e di Secondo grado, il sindaco, Mauro Masiero con la Polizia locale, il luogotenente Antonio Franco, Comandante la stazione Carabinieri di Candelo, il responsabile della Protezione Civile di Vigliano Biellese, Daniele Zanellati con alcuni volontari in servizio.

Durante la mattinata, è stata messa a dimora una fitocella di farnia (Quercus robur), quercia molto diffusa e longeva, originaria dei paesi dell'Europa Centro-settentrionale.

In una bella mattinata di sole, ai Carabinieri forestali il compito di tenere una lezione di educazione ambientale all’aperto: scolari e giovani studenti attenti alle spiegazioni, particolarmente incuriositi quando il busto di un loro compagno-albero è stato misurato attraverso il dendrometro, strumento utilizzato in selvicoltura per rilevare età e dati di crescita degli alberi.

“Parole e gesti importanti che accompagnano la crescita dei piccoli cittadini che già si affacciano al domani” – commenta il presidente di “Su Nuraghe”, confermando la disponibilità alle scuole biellesi per visite di istruzione all’area monumentale di “Nuraghe Chervu”: presso la gabbia di volo dell’Oasi delle api, aula didattica all’aperto, è possibile vedere e conoscere dal vivo api e insetti impollinatori con alcune piante mellifere, quelle del giardino mediterraneo provenienti dai vivai di “Forestas”, Agenzia forestale della Regione Autonoma della Sardegna. Su apposite targhette messe accanto alle diverse essenze botaniche è possibile leggere il loro nome scientifico riportato anche in italiano, in piemontese e in sardo.

Simmaco Cabiddu

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore