/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 19 novembre 2023, 06:50

Il ritorno del gentlemen e dello stile maschile. Alessia Zuppicchiatti intervista Lino Spina

Tutto è partito dal Club Méditerranée in Francia

Il ritorno del gentlemen e dello stile maschile. Alessia Zuppicchiatti intervista Lino Spina

Il ritorno del gentlemen e dello stile maschile. Alessia Zuppicchiatti intervista Lino Spina

Alzino la mano coloro che hanno avuto il coraggio di rischiare, di esporsi e mettersi in gioco, di lottare con determinazione per dedicarsi ai propri progetti e migliorarsi  nel proprio mestiere, cambiando profondamente certe visioni del settore a cui si sono dedicati.

La storia di oggi ha come protagonista un uomo che ha fatto tutto questo.

Un uomo che, solo ed esclusivamente con le sue forze è riuscito a costruire la sua identità professionale nel mondo moda, diventando punto di riferimento per lo stile e l'eleganza senza tempo: Lino Spina.

È il 1975, si parte dal Club Méditerranée in Francia, per arrivare poi alla Fila Sport  Biella,  Sergio Tacchini a Novara , Jil  Sander ed Helmut Langh (Prada) Milano, Genny Ancona -  Fred  Perry-Gant A Biella e poi Gubbio con Menichetti direttore artistico per Celine. Elie Tahari a New York,  Datch a Verona e Karachi in Pakistan per arrivare nel 2010 a prendersi uno spazio e aprire il suo atelier   SARTORIA SPINA  nella sua amata Città ovvero Biella!

Era ora di fermarsi ? Affatto!

Ci racconta lui,  perchè arriva una richiesta da Heilan Group a Shanghai, colosso cinese nel mondo dell'abbigliamento che ama il Made in Italy. Finalmente Lino Spina può diffondere moda Italiana (e lo farà per diversi anni), ma non è finita,  nel frattempo Lino approda ad Hong Kong  per collaborare con un incubatore di Moda e proporre il made in Italy in quei mercati. Sono gli anni in quel maledetto Covid avrebbe voluto arrestare questo suo percorso, Lino non si arrende ripartendo proprio da Biella, dove ripropone il Made in Italy con la vera  sartorialità e artigianalità ITALIANA, aggiornata ai nostri tempi con Opificio della Moda ed il brand sartoriale Lino Spina                                  

Lino, la vera eleganza è senza tempo, puoi sintetizzarla in un dettaglio?
Per me l'eleganza oltre che nell'animo la si  può trovare  in una cravatta, in un orologio, la si può sottolineare anche con una giacca, un abito, un trench o un pantalone insoliti ma funzionali. Quindi semplicemente è un insieme di accorgimenti che creano stile in armonia con chi li indossa.

Un uomo elegante non lascia nulla al caso?
Nulla, proprio nulla, dalla rasatura alla scarpa più adatta, selezionando quegli accessori che evocano stile, come ad esempio gli ombrelli, gli occhiali, i guanti. Lo stile è compiere un viaggio attraverso secoli di eleganza maschile, per scoprire i grandi, intramontabili classici e adattarli alle nuove tendenze e al nostro carattere .

Chi sono i gentleman?
I gentleman sono quegli uomini che si  distinguono perché  eccezionalmente eccentrici, che abbracciano e si raccontano uno stile di vita genuinamente fuori dal comune.

Cosa significa oggi indossare un capo su misura?
Avere la possibilità di avere un capo realizzato appositamente per le proprie misure e preferenze personali. Questo tipo di abbigliamento offre un livello di personalizzazione e attenzione ai dettagli che va oltre ciò che si può trovare nei capi pronti all'uso. Indossare un capo su misura significa avere la possibilità di scegliere il tessuto, il colore, il modello e i mille dettagli del capo. Tutto questo permette di creare un capo unico e personalizzato, che si adatta perfettamente al proprio corpo e al proprio stile. Inoltre, i capi su misura sono realizzati da sarti esperti che lavorano artigianalmente, utilizzando tecniche tradizionali e materiali di alta qualità come i tessuti biellesi. Questo garantisce una vestibilità impeccabile e una durata nel tempo superiore rispetto ai capi pronti all'uso.

In conclusione, indossare un capo su misura oggi significa avere la possibilità di creare un capo unico e personalizzato, che si adatta perfettamente al proprio corpo e al proprio stile?
È un'esperienza lussuosa e esclusiva, che permette di distinguersi dagli altri e di esprimere la propria personalità attraverso l'abbigliamento.

Perché preferire le lane biellesi?
Ci sono diverse ragioni per cui nei capi su misura si preferiscono le lane biellesi. Innanzitutto, Biella è la città italiana più famosa al mondo per la produzione di tessuti di alta qualità. Le lane biellesi sono rinomate per la loro morbidezza, resistenza e capacità di mantenere la forma nel tempo. Questo le rende ideali per la realizzazione di capi su misura, che richiedono materiali di alta qualità per garantire una vestibilità perfetta e una durata oserei dire eterna .

Inoltre, la produzione di lane biellesi è caratterizzata da un processo di lavorazione artigianale che garantisce un'attenzione ai dettagli e una cura nella realizzazione dei tessuti. Questo si traduce in capi su misura di alta qualità, con una finitura impeccabile e una vestibilità su misura. Infine, la scelta delle lane biellesi nei capi su misura è anche una questione di tradizione e prestigio.

La città di Biella vanta una lunga storia nella produzione di tessuti di lusso e la sua reputazione è riconosciuta a livello internazionale. Indossare un capo su misura realizzato con lane biellesi è quindi un segno di prestigio e di attenzione alla qualità?

Le lane biellesi sono preferite nei capi su misura per la loro alta qualità, la lavorazione artigianale e la tradizione che le caratterizza. Scegliere un capo su misura realizzato con tessuti biellesi significa garantirsi un prodotto di alta qualità, con una vestibilità perfetta e una durata nel tempo.

Perché i giovani si avvicineranno sempre di più alla sartoria?
Innanzitutto, c'è una crescente tendenza tra i giovani a cercare prodotti unici e personalizzati. La sartoria offre la possibilità di creare capi su misura, che si adattano perfettamente alle esigenze e ai gusti individuali. Questo permette ai giovani di distinguersi e di esprimere la propria personalità attraverso i loro abiti.

La sartoria offre un'esperienza di acquisto diversa rispetto ai negozi di abbigliamento tradizionali?
Si, basti pensare che i giovani sono sempre più interessati a vivere esperienze uniche e autentiche, e la sartoria offre proprio questo. Dal prendere le misure, alla scelta dei tessuti e dei dettagli, fino alla prova finale, l'intero processo di creazione di un capo su misura può essere coinvolgente e gratificante. Posso confermare che  la sartoria può essere considerata una forma di lusso accessibile. Mentre i giovani potrebbero non essere in grado di permettersi abiti di alta moda, possono invece investire in un capo su misura che durerà nel tempo e che rappresenterà un valore aggiunto al loro guardaroba e alla loro personalità .

Infine, la sartoria offre anche opportunità di lavoro e di imprenditorialità per i giovani?
Si, molti giovani potrebbero essere interessati a intraprendere una carriera nella moda non solo come le blasonate scuole per Stilisti ma bensì  nel settore dell'artigianato, a questo proposito la sartoria può offrire un'opportunità per mettere in pratica le proprie abilità creative e imprenditoriali. In conclusione, i giovani potrebbero avvicinarsi sempre di più alla sartoria per la ricerca di prodotti personalizzati, per l'esperienza di acquisto unica, per l'accessibilità economica e per le opportunità di lavoro e di imprenditorialità che offre. Questo potrebbe portare a una crescita del settore e a una fetta di mercato e di fatturato interessante per i giovani sarti e stilisti, magari Biellesi,  che si affacciano al mondo senza fuggire dalla loro bellissima città.

Alessia Zuppichiatti

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore