/ POLITICA

POLITICA | 09 febbraio 2023, 11:40

Frasi vandaliche sotto la sede di FdI, tuona il segretario Franceschini: “Sdegno”

E aggiunge: “Sdegno non tanto per i modi dell’azione politica, comunicare il proprio pensiero imbrattando i muri dell’altrui proprietà privata, ma per la gravità del messaggio”.

frasi vandaliche

Frasi vandaliche sotto la sede di FdI, tuona il segretario Franceschini: “Sdegno”

“La Federazione Provinciale di Fratelli d’Italia esprime sdegno per le frasi vandaliche apparse nel palazzo in cui si trova la nostra sede”. A dichiararlo il segretario provinciale di Fratelli d'Italia Cristiano Franceschini in una nota stampa circa le scritte in vernice rossa apparse in una delle vetrine del palazzo di via Italia che ospita la sede di FdI.

“Sdegno non tanto per i modi dell’azione politica, comunicare il proprio pensiero imbrattando i muri dell’altrui proprietà privata, ma per la gravità del messaggio: chi ha purgato l’Istria per 20 anni? - commenta Franceschini - In prossimità del Giorno del Ricordo del prossimo 10 febbraio, ricorrenza nella quale la Repubblica Italiana celebra la persecuzione etnica subita dai nostri connazionali che vivevano in Istria e Venezia Giulia, culminata con l’eliminazione degli italiani che non riuscirono a fuggire ad ovest, vandali notturni gettano dubbi e scusanti su quell’immane tragedia. Come Fratelli d’Italia riteniamo che ogni persecuzione per motivi di etnia o religione sia un abominio, ci auguriamo che le tragedie a cui ha assistito il XX secolo non debbano più manifestarsi e crediamo che questo importante obiettivo lo si possa raggiungere solo ricordandole, senza cercare attenuanti e giustificazioni”.

Redazione g. c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore