/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 24 gennaio 2023, 06:50

Ali Ahmed, medico dentista dal Cairo a Biella. “Mi sono innamorato dell'Italia e ho scelto di lavorare qui”

. “Non conoscevo l'italiano ma per fortuna gli italiani e anche i colleghi mi sono sempre venuti incontro"

Ali Ahmed, medico dentista dal Cairo a Biella. “Mi sono innamorato dell'Italia e ho scelto di lavorare qui”

Ali Ahmed, medico dentista dal Cairo a Biella. “Mi sono innamorato dell'Italia e ho scelto di lavorare qui”

Ahmed Ali ha studiato fino all'università in Egitto dove è nato, poi ha frequentato un corso a Portofino e si è innamorato dell'Italia. E oggi lavora a Biella dove sta per diventare papà.

“A noi egiziani in generale l'Italia e un Paese al quale teniamo particolarmente. Quando ero giovane e dovevo decidere cosa studiare, mio papà non era molto d'accordo sul fatto che volessi fare il poliziotto e abbiamo raggiunto il compromesso che io studiassi come dentista, ed eccomi qui, oggi sono molto contento della scelta che ho fatto”. Ahmed è del Cairo. Ama viaggiare, e conosceva già l'Europa e l'Italia, ma quando è andato a Portifino per un corso è stato amore a prima vista. “Sono rimasto affascinato dai suoi colori, dai suoi paesaggi e mi sono organizzato per venire a fare il master a Torino anche perchè potevo seguire le lezioni in inglese”.

Per Ahmed un grande ostacolo, inizialmente, è stata la lingua. “Non conoscevo l'italiano – racconta – ma per fortuna gli italiani e anche i colleghi mi sono sempre venuti incontro. Poi a Torino ho conosciuto la mia compagna che è di Biella e oggi lavoro qui, collaboro con diversi studi. La gente mi ha accolto bene, solo un paio di persone forse non si sono fidate di me: quando hanno letto il nome che non era italiano hanno preferito non farsi visitare da me, ma per il resto mi sono sempre trovato bene con tutti”.

La sua famiglia ha accolto bene questa sua decisione. “Torno abbastanza spesso a casa al Cairo – continua - . Adesso sono tre anni che abito qui a Biella e sono felice. Faccio un lavoro che mi piace. Seguo sempre corsi di aggiornamento, uso per esempio molto il 3D che non piace a tutti perchè è abbastanza complicato da usare, ma se ti ci abitui e molto comodo sia per il paziente che per il dottore”.

stefania zorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore