/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 09 dicembre 2022, 16:55

Taglio delle piante sulle strade provinciali

La Provincia ha emesso ordinanza nei confronti dei titolari dei terreni confinanti le strade

Taglio delle piante sulle Strade Provinciali - Foto archivio newsbiella.it

Taglio delle piante sulle Strade Provinciali - Foto archivio newsbiella.it

La Provincia di Bella ha constatato lo stato di abbandono in cui versano la maggior parte dei terreni confinanti con le strade provinciali, in particolare quelle di collina e montagna, sulle quali è abbondante lo sviluppo di piante, cespugli, tronchi, rami, fronde e foglie che invadono le strade, creando ostacolo a visibilità e leggibilità della segnaletica.

Ha inoltre rilevato che la possibile caduta di materiale proveniente dalle ripe poste sui lati delle strade costituisce una forte criticità per la circolazione, in particolare in occasione di eventi meteorologici quali temporali, forti piogge, vento e nevicate. E che, al contrario, un adeguato stato manutentivo dei terreni favorisce, sia per l’utente della strada che per gli animali selvatici, una maggiore visibilità che diminuisce il rischio di incidenti.

Per questi motivi, la Provincia ha ordinato a tutti i titolari di questi terreni il taglio delle piante che siano, anche solo parzialmente, nella fascia di 3 metri (misurata orizzontalmente) dal confine stradale. E, oltre la fascia dei 3 metri, il taglio delle piante che con la loro caduta potrebbero interessare anche sono parzialmente la strada.

Ha inoltre ordinato la potatura della vegetazione che invade la strada, o limita la visibilità della segnaletica, crea ostacoli ai mezzi di manutenzione e allo sgombero della neve. La rimozione di materiali di qualsiasi natura che ostacolino il normale deflusso delle acque e la circolazione stradale. Il mantenimento dei terreni al fine di evitare frane o cedimenti del corpo stradale.

Ai trasgressori sarà comminata sanzione ai sensi del Codice della Strada.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore