/ CRONACA

CRONACA | 05 dicembre 2022, 11:00

Scontro alla rotonda della Trossi, 28 giorni di prognosi per ciclista. Ma viene anche sanzionato

Dopo accertamenti, si è scoperto che la bici aveva caratteristiche tali che lo rendevano un ciclomotore. In sostanza, per circolare, il mezzo avrebbe dovuto essere munito di targa, con assicurazione, immatricolazione e il conducente avrebbe dovuto indossare il casco ed essere munito di patente di guida.

trossi scontro

Scontro alla rotonda della Trossi, 28 giorni di prognosi per ciclista. Ma viene anche sanzionato (foto di repertorio)

La Polizia locale di Gaglianico è intervenuta nei giorni scorsi sulla Trossi per un incidente stradale, avvenuto intorno alle 11 del mattino. Coinvolti due mezzi: una bicicletta a pedalata assistita, condotta da un nigeriano di 46 anni, residente a Biella, e un'auto guidata da una donna residente a Milano di 75 anni. L’urto è avvenuto all’interno della rotonda e il ciclista, caduto a terra, è stato quindi trasportato con autoambulanza al Pronto Soccorso dell’Ospedale degli Infermi di Ponderano, dove è stato giudicato guaribile in 28 giorni.

Ricostruita la dinamica, la conducente dell’autovettura è stata sanzionata per la mancata precedenza. Le indagini, svolte tramite il sistema comunale di videosorveglianza, hanno evidenziato che il ciclista stava circolando senza pedalare: in particolare, il suo veicolo a due ruote stava procedendo solo mediante la propulsione fornita dal motore elettrico comandato dall’acceleratore; venivano quindi effettuate le dovute prove tecniche presso un centro specializzato, le quali dimostravano che il predetto veicolo aveva caratteristiche tali che lo rendevano, di fatto, un ciclomotore.

In sostanza, per poter circolare su strada, il mezzo avrebbe dovuto essere munito di targa, con assicurazione, immatricolazione e il conducente avrebbe dovuto indossare il casco ed essere munito di patente di guida. Sono quindi scattate le procedure previste dalla legge in casi come questo, con l’applicazione delle sanzioni pecuniarie del codice della strada per circa duemila euro, 2 sequestri e 3 fermi amministrativi. Sono ancora in corso accertamenti in merito alla patente posseduta dal trasgressore.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore