/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 28 novembre 2022, 20:45

Treni, dal 12 dicembre diretto Biella-Torino alle 7:13

Oggi il Tavolo Treni in Provincia a cui ha partecipato l'Assessore Regionale ai Trasporti Marco Gabusi

Oggi il Tavolo Treni in Provincia con l'Assessore Regionale ai Trasporti Marco Gabusi - Foto Alessandro Bozzonetti per newbiella.it

Oggi il Tavolo Treni in Provincia con l'Assessore Regionale ai Trasporti Marco Gabusi - Foto Alessandro Bozzonetti per newbiella.it

Il treno diretto elettrificato Biella-Torino delle 6:10, che viaggia dallo scorso settembre, e che non ha soddisfatto i pendolari perchè arrivava a destinazione molto in anticipo rispetto agli orari di uffici e università, sarà posticipato alle 7:13.

Questo ha detto il Tavolo Treni, convocato dalla Provincia di Biella oggi, lunedì 28 novembre, a cui hanno partecipato l'Assessore Regionale ai Trasporti Marco Gabusi, il Consigliere Regionale Michele Mosca, istituzioni e fondazioni biellesi, rappresentati dei pendolari, e dirigenti di RFI e Trenitalia.

Il Tavolo ha previsto altri 3 diretti sulla tratta, con viaggi di un'ora e venti circa, dal 12 dicembre. Alle 8:46 il primo ritorno da Torino. Alle 12:27 nuova uscita da Biella per il capoluogo piemontese e, alle 18:30, secondo ritorno da Torino.

Il tavolo ha inoltre avviato un confronto sulla possibilità di inserire nuove tracce per il diretto Biella–Torino. A questo scopo ha convocato un tavolo tecnico in cui sarà designato un esperto per ognuna delle parti coinvolte.

L'obiettivo dell'Assessore Gabusi è quello di arrivare, dopo il 2023, a metà delle corse dirette e metà con cambio a Santhià sulla linea. “Abbiamo investito 2 milioni di euro per il diretto Biella-Torino – dichiara Gabusi – una delle 2 linee  insieme alla Cuneo-Ventimiglia che ha migliorato le corse rispetto alla situazione pre covid”.

“Sulla base del documento tecnico dell'Agenzia di Mobilità Regionale – aggiunge il Presidente della Provincia di Biella Emanuele Ramella Pralungo – l'Assessore Gabusi è stato franco nel dire che, nel 2023, non potremmo adempiere a tutti i programmi previsti da questo documento. Un risultato che si raggiungerà con più tasselli, che dovranno essere indicati dal tavolo tecnico”.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore