/ ECONOMIA

ECONOMIA | 24 novembre 2022, 06:50

"La grande incertezza": imprese e famiglie, dopo il boom l’economia piemontese rallenta

Questo l’aggiornamento della congiunturale della Banca d’Italia. Suardo (direttore filiale torinese Banca d’Italia): “C’è stato un fortissimo rimbalzo dell’economia nel 2021, proseguito nei primi mesi del 2022 ma ora le nuvole si stanno addensando”

"La grande incertezza": imprese e famiglie, dopo il boom l’economia piemontese rallenta

"La grande incertezza": imprese e famiglie, dopo il boom l’economia piemontese rallenta

Lo spettro dell’incertezza aleggia sull’economia piemontese. Dopo un inizio di anno incoraggiante e all’insegna della ripresa (+ 5,3%), l’ultimo trimestre del 2022 registra un forte rallentamento della crescita di imprese e dei consumi delle famiglie. Come se prima e dopo l’estate, in Piemonte, si sia viaggiato a due velocità differenti. 

A pesare, come noto, sia le difficoltà di approvvigionamento dei materiali che i rialzi del costo dell’energia. Dopo aver scavallato la pandemia, con un vero e proprio boom nel 2021, il nuovo scenario economico e sociale ha infatti un peggioramento della situazione economica in Piemonte a partire dell’estate. Spaventa e non poco il futuro: lei previsioni per i prossimi mesi, infatti, prefigurano un ulteriore indebolimento. A renderlo noto è l’aggiornamento congiunturale del rapporto con cui Banca d’Italia ha analizzato la situazione dell’economia piemontese.

Economia in Piemonte, un 2022 a due fasi

Le imprese e le famiglie hanno accusato nel corso dell’anno un deterioramento del clima di fiducia. L’andamento per le imprese è ancora positivo e la domanda è stata sostenuta, per le famiglie il clima si è deteriorato a causa della guerra e dei costi dell’energia. I consumi sono comunque aumentati, ma probabilmente non come previsto” ha spiegato Cristina Fabrizi, divisione analisi e ricerca economica territoriale della sede di Torino della Banca d’Italia. 

L’incertezza pare essere destinata a non favorire gli investimenti, ma rimangono forti fattori propulsivi come l’efficientamento energetico e i fondi del Pnrr, oltre alla digitalizzazione. 

Lavoro, il 2022 nel segno della ripresa ma l’orizzonte è cupo

Buoni segnali arrivano dal mondo del lavoro: l’occupazione è cresciuta dell’1,8% e risultano aumentate anche le ore lavorate. Positivo il saldo assunzioni/cessazioni nei primi otto mesi dell’anno, tanto da segnare un +19.500 unità (con un contributo fondamentale dei contratti a tempo indeterminato). Crolla anche l’utilizzo della cassa integrazione (-80%), ma non è tutto oro ciò che luccica. Anzi. Banca d’Italia intravede un deterioramento delle prospettive occupazionali già dopo l’estate. Insomma, anche in questo caso sembra che il 2022 si letteralmente spaccato a metà.

Famiglie, spesa cresce ma meno rispetto al 2021

La curva che sale, poi frena di colpo, si registra anche nelle spese delle famiglie in cui prevale un grande senso di sfiducia. Dopo i primi sei mesi sono diminuiti i consumi a causa della riduzione dl potere d’acquisto e i segnali si vedono in ogni settore. Nella compravendita della case, per esempio, si registra un indebolimento della domanda negli ultimi mesi. 

Questione mutui e finanziamenti: l’accelerazione nel primo semestre c’è stata e le condizioni di offerta rimangono favorevoli. Nel secondo semestre è però aumentato al 2,3% il TAEG sui mutui e questo ha fatto si che le banche siano diventate più prudenti nella concessione dei finanziamenti.

Suardo: “Dopo un rimbalzo nel 2021, ora le nuvole si stanno addensando”

Le prospettive sono critiche, soprattutto dal lato delle imprese che ci manifestano una crescente preoccupazione per il quadro macroeconomico. L’inflazione comincia a colpire la capacità di spesa dei consumatori, incidendo sulla domanda” ha affermato Lanfranco Suardo, direttore della sede di Torino della Banca d’Italia. “C’è stato un fortissimo rimbalzo dell’economia nel 2021, proseguito nei primi mesi del 2022 ma ora le nuvole si stanno addensando” ha concluso preoccupato Suardo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore