CRONACA - 29 settembre 2022, 08:30

Omicidio del piccolo Leonardo, confermato l'ergastolo alla madre

Gaia Russo e il compagno massacrarono di botte il piccolo di neppure 2 anni.

omicidio leonardo

Omicidio del piccolo Leonardo, confermato l'ergastolo alla madre

È stato confermato in Appello l'ergastolo comminato a Gaia Russo ritenuta colpevole, insieme al compagno, dell'infanticidio del figlio Leonardo di soli 20 mesi.

I fatti che hanno scosso nel profondo le comunità novarese e biellese risalgono al maggio del 2019 quando un equipaggio del 118 ha tentato di inutilmente di salvare la vita del piccolo segnalando la presenza di numerosi lividi sul corpicino.

Non ci volle molto a far intuire agli inquirenti cosa fosse successo, e i risultati dell'autopsia confermarono che i lividi e cicatrici risalivano alla mattina del giorno delitto, ma a causare il decesso è stato un violento trauma all'addome che ha causato una grave emorragia inarrestabile al fegato che ha fatto morire il bimbo in mezz'ora.

A finire in manette furono la madre Gaia Russo, 22enne all'epoca dei fatti, e il compagno Nicholas Musi, 25 anni di Biella. Alla Russo furono concessi i domiciliari in una struttura protetta in quanto era risultata incinta mentre per Musi, già noto alle forze dell’ordine per una serie di vicende di lesioni, maltrattamenti e violenza sessuale, si aprirono le porte del carcere di Novara e successivamente condannato all'ergastolo. Leonardo avrebbe compiuto 2 anni il settembre successivo.

Dalla redazione di Novara

Ti potrebbero interessare anche:

SU