/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 settembre 2022, 06:50

Codice Rosso: una tavola rotonda a Oropa

Sarà presente anche il procuratore Teresa Angela Camelio

"Lavorare con il codice rosso tra possibilità e difficoltà", una tavola rotonda a Oropa

"Lavorare con il codice rosso tra possibilità e difficoltà", una tavola rotonda a Oropa

Secondo i dati del Viminale, negli ultimi 12 mesi (1 Agosto 2021- 31 Luglio 2022) sono state 125 le donne uccise contro le 108 del medesimo periodo precedente. Solo in riferimento al 2022, secondo il report emesso dal Ministero dell’Interno, dal 1 Gennaio al 4 Settembre 2022 su 204 omicidi 78 delle vittime erano donne, tra queste 68 sono state uccise all’interno di contesti familiari/affettivi, e per 41 di esse il loro omicida era il proprio partner. Dati in pericoloso aumento, ai quali si è cercato di dare una risposta con il "codice rosso", la Legge 19 luglio 2019, n. 69, che si propone di rafforzare la tutela delle vittime di maltrattamento, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni, connessi a contesti familiari o nell'ambito di relazione di convivenza (violenza domestica e di genere)

Ed è proprio "Lavorare con il codice rosso tra possibilità e difficoltà", il titolo della tavola rotonda aperta al pubblico che si terrà a Oropa domani venerdì 23 settembre dalle 14,30 alle 16,30. 

All'evento parteciperanno l'assessore regionale Chiara Caucino, l'assessore al Comune di Biella Gabriella Bessone, il procuratore Teresa Angela Camelio, la garante dei detenuti al carcere di Biella Sonia Caronni, il presidente di Relive Alessandra Pauncz, il vescovo di Biella Roberto Farinella. 

A introdurre e a coordinare gli interventi sarà la presidente di Paviol Aps Simona Ramella Paia.

A seguire è in programma un workshop aperto al pubblico "Quali strumenti di lavoro nella prevenzione del femminicidio?".

stefania zorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore