/ CRONACA

CRONACA | 16 agosto 2022, 14:00

Piero Angela, il figlio Alberto alla camera ardente: "Era riservato, ma aveva il fuoco dentro"

Il ricordo in Campidoglio del noto divulgatore scientifico.

piero angela

Piero Angela, il figlio Alberto alla camera ardente: "Era riservato, ma aveva il fuoco dentro"

"Le persone che amiamo non vorrebbero mai lasciarci. Però accade. Mio padre è riuscito sempre a unire pur mantenendo le sue opinioni. In questi giorni ci hanno sorpreso messaggi, articoli, pieni non di dolore ma di amore, un sentimento che rimane e che si trasforma in valore. E i valori sono eterni". Lo ha detto un commosso Alberto Angela che così ha ricordato il padre Piero, torinese, scomparso il 13 agosto, oggi in Campidoglio a Roma dove è allestita la camera ardente.

"Oggi a Roma, al Campidoglio, per l’ultimo saluto a Piero Angela, abbiamo voluto fosse presente anche il gonfalone della Regione Piemonte. Ai suoi colori abbiamo affidato l’affetto, la stima e la riconoscenza per un uomo speciale, nato sotto le stelle della nostra Torino" è invece il messaggio condiviso dal presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.

Dalla redazione di Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore