/ AL DIRETTORE

AL DIRETTORE | 06 agosto 2022, 06:50

ANPI Biella Centro su fatti di Civitanova Marche: “Grande sdegno, vicini a famiglia di Alika”

anpi biella

Foto di repertorio

Riceviamo e pubblichiamo:

“I fatti di Civitanova Marche arrivano come un pugno allo stomaco, perché in una società che si definisce civile non è concepibile, nel 2022, che una persona uccida un altro essere umano con la stessa stampella, che il secondo usava per sorreggersi da un' invalidità, e lo finisca a mani nude, modalità che rimanderebbe all'età della pietra e non dovrebbe succedere in un mondo di persone evolute, sempre se l' aggressore si possa definire tale.

Si parla spesso nei nostri discorsi di tarlo dell'oblio e dell'indifferenza, mai come in questo caso questo tarlo ha roso chi ha assistito senza fermare la mano omicida, anzi, ha filmato il fatto: si resta sgomenti e schifati da cosa può fare l' uomo, invece di aiutare e salvare una vita. Siamo vicini alla famiglia di Alika, questo il nome della vittima, e della Comunità nigeriana che ha perso un amico e fratello. Un fratello anche nostro. Il Direttivo ANPI Sezione “Staffette Garibaldine” di Biella Centro Il Comitato provinciale si associa nello sdegno e nella solidarietà alla famiglia”.

Lettera firmata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore