/ ECONOMIA

ECONOMIA | 01 luglio 2022, 15:48

Premio Maestro di Mestiere: la Fondazione premia l’eccellenza artigiana biellese

Furno, Venturin e Artiglia i premiati

Premio Maestro di Mestiere: la Fondazione premia l’eccellenza artigiana biellese

Premio Maestro di Mestiere: la Fondazione premia l’eccellenza artigiana biellese

Nove i progetti eccellenti che con creatività e coraggio guardano oltre la crisi: è questo il risultato più importante raggiunto dal “Premio Maestro di Mestiere”, alla sua seconda edizione, che ieri giovedì 30 giugno ha proclamato i vincitori con una cerimonia che si è tenuta presso la sala convegni della Fondazione.

La Commissione composta da Alessandra De Nitto di Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte di Milano, Maria Pilar Lebole dell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte di Firenze, Nurye Donatoni dell’Istituto di valorizzazione dell’Artigianato di Tradizione della Valle d’Aosta, Luisa Bocchietto per la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Patrizia Maggia Direttore di Fatti ad Arte, Michele Colombo Direttore del Gal Montagne Biellesi, Cristiano Gatti Presidente di Confartigianato Biella e Gionata Pirali Presidente di CNA Biella si è così espressa:

- vincitore del Premio di € 4.000,00 nella categoria Senior: Davide Furno con il progetto “Una nuova Pomona italiana”;

- vincitore per la categoria nuove aperture con premio di € 2.500,00 la giovane liutaia Carolina Venturin (27 anni) con il progetto “Artigianato moderno tra tradizione e innovazione”;

- menzione speciale per la rete di artigiani: Nicola Artiglia con il progetto “Corsi e Percorsi”.

Promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in collaborazione con l’Associazione Fatti ad Arte e con il sostegno del Gal Montagne Biellesi il Premio nasce con l’intento di sostenere i Maestri Artigiani del territorio in un momento di profonda crisi. Una edizione ampliata nei contenuti e nelle collaborazioni, a dimostrare il valore del Premio come importante strumento di promozione per l’Artigianato Artistico del territorio e nel contempo contributo a supporto e sostegno delle attività delle tante botteghe che nel Biellese testimoniano il valore del Mestiere Artigiano, che Biella rappresenta come Città Creativa Unesco proprio per artigianato e arte popolare. In quest’ottica il Premio ha voluto ispirarsi agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030, in particolar modo alle tematiche legate alla sostenibilità.

“La Fondazione è particolarmente felice di questa seconda edizione del Premio maestro di Mestiere nato per sostenere il mondo dell’artigianato biellese in un momento non semplice – commenta il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella Franco Ferraris – in particolare siamo soddisfatti della partecipazione di artigiani che già l’anno scorso avevano presentato un progetto e per i quali il Premio è stato di stimolo in questa seconda edizione, inoltre riteniamo fondamentale la valorizzazione delle reti di artigiani realizzata grazie alla collaborazione con il Gal. Un premio che valorizza i giovani, la creatività e il lavoro di squadra”.

"Per Fatti ad Arte – sottolinea il Direttore Patrizia Maggia – il Premio Maestro di Mestiere, ha ancora una volta evidenziato la creatività, l’ingegno e l’operosità dei nostri Maestri Artigiani, capaci di reagire alla crisi mettendosi in gioco con nuove progettualità che ben hanno interpretato gli indirizzi proposti dal bando. Non semplice il lavoro della commissione per l’alto valore dei progetti presentati, difficile scegliere i vincitori”.

“E’ stato il primo anno di partecipazione al Premio Maestro di Mestiere del Gal - dice il Presidente Francesca Del Mastro – si è creata una importante collaborazione con il mondo dell’artigianato, la Fondazione CRB e Fatti ad Arte: la qualità dei progetti presentati ci fa pensare che lo stimolo creato dal Gal con la sua partecipazione abbia raggiunto le finalità che ci siamo proposti”. 

c.s.fondazione crb, s.zo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore