/ CRONACA

CRONACA | 29 giugno 2022, 17:10

“Suo figlio è stato arrestato, servono dei soldi”, una donna di Massazza finisce nella rete dei truffatori

Due uomini si sono spacciati per delegati del Tribunale e si sono fatti consegnare alcuni monili in oro.

donna massazza

“Suo figlio è stato arrestato, servono dei soldi”, una donna di Massazza finisce nella rete dei truffatori (foto di repertorio)

“Suo figlio è stato arrestato, deve consegnare tutto ciò che è prezioso per evitargli il carcere”. Con questa scusa, due uomini si sarebbero presentati alla porta di una donna di Massazza, finita nella rete dell'ennesima truffa perpetrata nel Biellese.

Il fatto è avvenuto nella giornata di ieri, 28 giugno: preoccupata per la sorte del proprio caro, la 60enne avrebbe consegnato alcuni monili in oro ai due sconosciuti che si sono spacciati per delegati del Tribunale. Una volta allontanati, la signora si è messa in contatto con il figlio, scoprendo l'odioso raggiro.

Ai Carabinieri, avrebbe fornito una prima sommaria descrizione della coppia di individui: sembra che fossero alti, con barba incolta e vestiti elegantemente. Sono in corso gli accertamenti del caso per dare un volto ai malfattori.

Ancora una volta, le forze dell’ordine raccomandano di prestare la massima attenzione e di non far entrare in casa ignoti. Ai primi sospetti, digitare il numero unico per le emergenze.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore