/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 27 giugno 2022, 12:04

Biella, stadio Pozzo Lamarmora: al via i lavori da oltre 1 milione di euro, FOTO

Oggi è stato aperto ufficialmente il cantiere, Clelia Zola, presidente del Comitato Regionale Fidal: "Finito l'intervento sediamoci attorno a un tavolo per capire insieme come sfruttare al meglio l'impianto"

Biella, stadio Pozzo Lamarmora: al via i lavori da oltre 1 milione di euro

Biella, stadio Pozzo Lamarmora: al via i lavori da oltre 1 milione di euro

Al via il restyling dello stadio di Biella Pozzo Lamarmora. Il Comune ha aggiudicato i lavori in favore dell’operatore economico RTI SCALZO SRL (mandatario) – BELLIO LIBERO (mandante), di Asti.

Nei giorni scorsi sono state messe le reti per delimitare il cantiere e oggi lunedì 27 è stato aperto ufficialmente. Tra i lavori previsti c'è la riqualificazione profonda delle tribune con la relativa impermeabilizzazione e sostituzione delle sedute e questa mattina la ditta era già all'opera per la rimozione di quelli vecchi.

"Quando il Torino Calcio ci ha chiesto di venire ad allenarsi qui abbiamo fatto un sopraluogo e ci siamo resi conto in che stato versava l'impianto - spiega l'assessore allo Sport Giacomo Moscarola che questa mattina ha indetto una conferenza stampa allo stadio con l'assessore ai Lavori Pubblici Davide Zappalà alla presenza del Sindaco Claudio Corradino - . Gli spogliatoi erano davvero in condizioni terribili, come le tribune realizzate 30 anni fa. Il nostro obiettivo a quel punto è stato ridare funzionalità allo stadio e a chi ci lavora. Il bar nemmeno era agibile, l'intonaco in alcuni punti cade a pezzi, piove dentro".

"Il corpo centrale è del 1935 - spiega Zappalà - poi ci sono stati gli ampliamenti ai lati e sono nati i problemi. Sono già stati fatti due interventi di impermeabilizzazione, questo è il terzo ma sarà fatto in maniera più profonda. Sarà utilizzata resina armata e sopra sarà messo uno strato impermeabile e i seggiolini saranno con lo schienale, a norma anche per partite più importanti".

Il Comune di Biella, aveva pubblicato il bando il 24 dicembre. L'importo dell'intervento nel contratto tra lavori e indagini geologiche e geotecniche, collaudo Statico opere strutturali e ampliamento dell' impianto di sorveglianza, è per la precisione di 1 milione 600 mila euro. A dicembre del 2020 Palazzo Oropa è stato ammesso a contributo in conto interessi sui mutui per impianti sportivi, destinato al totale abbattimento degli interessi dei predetti mutui, a valere sul “Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi sui finanziamenti all’impiantistica sportiva di cui all’art. 8, 1° comma dello Statuto dell’Istituto Credito Sportivo", relativo al Bando Sport Missione Comune 2020. Ed è grazie a questi fondi, che ha previsto la riqualificazione profonda delle tribune con la relativa impermeabilizzazione e sostituzione delle sedute (con nuovi seggiolini). E non solo. Nel pacchetto interventi sono previsti anche l’adeguamento normativo degli spazi e degli ambienti dedicati alla fruizione da parte degli atleti e di primaria importanza per la pratica sportiva con la relativa impiantistica ed il risanamento del sottopassaggio per l’ingresso al campo da gioco. Completa l'intervento la ristrutturazione dell'area bar/ristoro all’ingresso dell’impianto sportivo, a due passi dal parco.

I giorni previsti di cantiere sono 600 ma il Comune conta di finire prima. Gli interventi saranno fatti a lotti.

Presente anche Clelia Zola, presidente del Comitato Regionale Fidal: "Si parla di usare l'impianto per importanti partite di calcio e mi va bene, ma pensiamo anche alle altre realtà sportive, anche per esempio l'atletica. Io chiedo solo quando saranno finiti i lavori di sederci attorno a un tavolo e parlare tutti insieme di come utilizzare al meglio l'impianto".

Il bando sulla rigenerazione urbana di 800 mila euro consentirà successivamente di rifare la pista di atletica. “Cercheremo di sovrapporre i due lavori – concludono Moscarola e Zappalà -. I disagi? E’ inevitabile che ci siano, ma poi consegneremo alla città una struttura d’eccellenza”.

stefania zorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore