/ ECONOMIA

ECONOMIA | 27 maggio 2022, 09:38

Gli effetti del 'long Covid' economico: metà delle famiglie piemontesi non riesce a far quadrare il bilancio

La fotografia dell'Ires evidenzia una difficoltà sempre maggiore nel riuscire a risparmiare. Aumentano coloro che sono costretti a indebitarsi

Gli effetti del 'long Covid' economico: metà delle famiglie piemontesi non riesce a far quadrare il bilancio

Gli effetti del 'long Covid' economico: metà delle famiglie piemontesi non riesce a far quadrare il bilancio

Nel 2022 aumentano in maniera significativa le famiglie piemontesi che non riescono a far quadrare il bilanciodal 39,8% dell'anno precedente al 52,3%, mentre tra il 2019 e il 2021 diminuivano. Inoltre si riducono le famiglie che riescono a risparmiare (dal 43,3% del 2021 al 33,2% nel 2022). Ires fotografa così il bilancio delle famiglie piemontesi e le difficoltà ad affrontare la spesa. Un risultato che è l'effetto della crisi ingenerata due anni fa dal Covid.

Solo chi ha tenore medio-alto non ha problemi

La quota maggiore delle famiglie che riescono a fare "quadrare appena il bilancio" si ha tra quelle che dichiarano di avere un tenore di vita medio-alto. Questo è un segnale - spiega l'Ires - del deterioramento delle condizioni finanziarie delle famiglie lungo ampie fasce della distribuzione del reddito -e non solo per i redditi più bassi - e suscita preoccupazione in merito alle prospettive per i consumi in corso d'anno e nel prossimo futuro.

Aumentano le persone costrette a fare debiti

Inoltre, come l'anno scorso, anche nel 2022 è un po' più alta la percentuale di chi deve fare debiti o attingere alle riserve, in particolare nelle fasce di età comprese tra 25 e 44 anni, che corrispondono a una fase della vita in cui le spese sono elevate, soprattutto se si ha famiglia.

Questi dati si possono collegare alla fiammata inflattiva che dall'autunno scorso sta procurando aumenti consistenti in alcune voci di spesa rilevanti nei bilanci familiari. Nel 2022 si segnala un aumento delle famiglie che hanno incontrato difficoltà economiche per le spese mediche, le bollette, l'acquisto di generi alimentari e i servizi alla persona.

Magliano (Moderati): "Situazione drammatica"

"I dati Ires sono impossibili da fraintendere: fotografano una situazione drammatica", dichiara il capogruppo dei Moderati in Consiglio regionale Silvio Magliano. "Il 52.3% delle famiglie piemontesi non riesce a far quadrare il bilancio, si indebitano molte di quelle più giovani. Questi dati rappresentano un'implicita ma inequivocabile indicazione per la politica: lavorare per consentire ai piemontesi di tornare a un tenore di vita accettabile, sostenendo sia le fragilità sia chi - facendo impresa - crea posti di lavoro e occasioni di sviluppo".

redazione torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore