/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 26 maggio 2022, 12:30

I luoghi del cuore del Biellese

Rifugio Savoia - Foto di Valeria Cavallo

Rifugio Savoia - Foto di Valeria Cavallo

Il giornale La Provincia di Biella presenta una nuova straordinaria iniziativa. Si tratta di un libro composto da dodici fascicoli più la copertina dedicato ai luoghi del cuore. Il primo fascicolo, che riguarda Oropa, verrà regalato con il giornale in edicola sabato prossimo, 28 maggio. Un libro così non lo avete mai visto. Ogni fascicolo, infatti, raccoglie le meraviglie del nostro territorio, collegandole con le tradizioni culinarie, gli itinerari a piedi e in bicicletta, la storia dei personaggi e molto altro ancora.

Il Biellese è un territorio meraviglioso che da qualche anno sta riscoprendo la sua vocazione turistica. Parliamo di riscoperta perché l’attitudine all’accoglienza della nostra Provincia ha conosciuto momenti di grande importanza in passato, basti pensare quando Oropa era un centro idroterapico di eccellenza e richiamava persone da tutta Italia ed Europa. Oltre alle proprietà curative dell’acqua i vacanzieri avevano scoperto la bellezza del luogo trasformando il Santuario in un vero e proprio centro di villeggiatura molto esclusivo.

Era diventato un luogo del cuore di molte persone e ancora oggi lo è, soprattutto per i biellesi. Ma cos’è che trasforma un paesaggio, una chiesa, un posto qualunque in un “Luogo del cuore?”.

“Proprio per rispondere a questa domanda – dice l’autrice Maria Francesca Piemontese - abbiamo pensato di regalare ai nostri lettori questo libro a fascicoli, nato anche grazie ai vostri suggerimenti. Perché a rendere speciale un luogo non è solo un monumento o un bel paesaggio…, cosa sarebbe Oropa senza il sapore della Polenta Concia o Coggiola senza la sua paletta?”.

I luoghi del cuore sono un po’ come la musica. Ce li portiamo dentro per le emozioni che hanno saputo regalarci. Oropa, La Burcina, il Ricetto sono siti straordinari. Ma solo i ricordi di una vita li rendono unici.

Lo scoiattolo che ci faceva compagnia quando passeggiavamo in Burcina. Quella cascina vicino al castello di Gaglianico dove il nonno andava a comprare il latte e il burro. La terrazza del Savoia con il Nito (Staich) che portava vino e panini. I funghi sulla Serra. Le stelle osservate al Tracciolino insieme alle prime fidanzatine. La gelida galleria sulla Settimo Vittone che in motorino e costume percorrevamo per fare il bagno a Viverone. Le piste di motocross in Baraggia e le grigliate sulla riva del Cervo. I tuffi al Gorgo Moro.

Il nostro Biellese. I nostri ricordi. In questo libro l’autrice MariaFrancesca Piemontese non si limita a illustrare le perle del territorio, ma le rende vive. Molti di noi, ne siamo certi, leggendo alcune pagine si ritroveranno con gli occhi lucidi e il cuore che batte forte.

Segnate sul calendario la data di sabato 28 maggio e non perdete l’appuntamento in edicola.



c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore