/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 13 maggio 2022, 12:48

Funivie al palo. A non fare andare avanti il progetto di rilancio è il braccio di ferro tra Provincia e Comune

Al centro del diverbio l'attribuzione delle strade della città

Funivie al palo. A non fare andare avanti il progetto di rilancio è il braccio di ferro tra Provincia e Comune

Funivie al palo. A non fare andare avanti il progetto di rilancio è il braccio di ferro tra Provincia e Comune

La data davanti al notaio era già stata fissata. Al tavolo si sarebbero dovuti sedere Comune di Biella, Provincia e Regione per firmare l'accordo di programma che avrebbe permesso al Comune di accendere il mutuo per consentire la pubblicazione del bando e dunque cercare professionisti che si mettano all'opera per rifare l'impianto a Oropa. Ma qualche cosa è andato storto.

A mancare all'appello è la Provincia: "E' da tre anni che aspetto che di risolvere la questione sull'attribuzione delle strade tra noi e il Comune - commenta il presidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo - e ancora non è stato fatto. Con tutti gli altri Comuni abbiamo trovato un accordo. Quando c'era bisogno di aiutare le Funivie abbiamo dato la nostra disponibilità quando il territorio si è defilato. Ma un rapporto è fatto di dare e ricevere, ed è corretto che anche loro facciano la loro parte".

L'assessore alla Montagna Barbara Graggio non nasconde il suo disappunto: "Non comprendo questo atteggiamento da parte di Ramella Pralungo perchè non è istituzionale. Rischiamo di perdere tanto tempo quando ci sono di mezzo diverse realtà che sperano in questo progetto. Non va bene". 

In mattinata Comune e Provincia si sono comunque date appuntamento per la prossima settimana. "Ho parlato con l'assessore Zappalà - conclude il presidente - e la prossima settimana ci troveremo per risolvere prima dal punto di vista politico la questione e poi mi auguro di andare avanti".

Stefania Zorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore