ECONOMIA - 09 maggio 2022, 09:06

Bonus ISEE basso: occhio alla giacenza media del cc

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo decreto aiuti di maggio 2022, pari a un valore di 14 miliardi di euro. La misura proverà a far fronte a tutti i rincari su carburante e spesa alimentare, con aiuti anche per pagare l’affitto o le spese mediche. La misura, inoltre, prevede l’erogazione di un bonus una tantum di 200 euro per lavoratori e pensionati con un Isee basso.

Grazie a ciò, le famiglie in difficoltà economica potranno ricevere degli aiuti economici dallo stato, sotto forma di benefici fiscali e prestazioni. L’importo di tali prestazioni dipende dall’Isee presentato, che non deve superare una determinata soglia. Vediamo come funziona e quali sono i requisiti per ricevere i bonus.

Come segnalano i professionisti di QualeBanca.com - sito web che aiuta i lettori a districarsi nel mondo della finanza personale - uno dei bonus previsti dalla misura riguarda la possibilità di accedere a un conto corrente a zero spese.

Bonus 2022: i requisiti

Le misure vengono attivate su base regionale o comunale ed è bene rimanere costantemente aggiornati rispetto a tutti i bonus disponibili per chi presenta i requisiti necessari.

Per ottenere i bonus previsti dal nuovo decreto aiuti, bisogna richiedere l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente). La compilazione dell’ISEE online è possibile grazie alla messa a punto della DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) precompilata, disponibile sul sito dell’INPS. In alternativa, è possibile rivolgersi presso un CAF (Centro di Assistenza Fiscale).

Come detto, per accedere ai vari bonus previsti dal nuovo decreto, è necessario che il proprio ISEE non superi una certa soglia massima, che varia a seconda del tipo di bonus richiesto.

Attenzione alla giacenza media, un elemento molto importante per la corretta compilazione della Dsu e l’ottenimento della certificazione ISEE. La giacenza media indica l’importo medio delle somme a credito del cliente in un certo periodo ragguagliato a un anno. La giacenza media si ottiene dividendo la somma delle giacenze giornaliere per 365. Altra voce importante è il saldo che, insieme alla giacenza media, tiene conto di tutto il denaro impiegato dal contribuente nei conti correnti, libretti di risparmio, eventuali fondi di investimento, etc.

Per l’ISEE 2022 la giacenza media dovrà riguardare l’anno 2020, mentre il saldo richiesto sarà al 31 dicembre 2020.

Quali sono i bonus 2022

Definiti i requisiti di accesso alle misure, vediamo ora quali sono i bonus che prevedono un limite massimo di Isee da rispettare:

  • Bonus gas e luce: l’Isee non dovrà superare gli 8.107,5 euro

  • Conto corrente a zero spese: accesso al conto corrente base gratuito per chi presenta un modello Isee non superiore agli 11.600 euro

  • Reddito di cittadinanza: importo massimo pari a 780 euro per chi non supera il valore Isee di 9.360 euro. Nota: l’Isee è solo uno dei requisiti richiesti per accedere al reddito di cittadinanza. Per conoscere gli altri requisiti, vi invitiamo a consultare la guida del CAF CISL

  • Contributo affitto: il bonus è disponibile per gli inquilini che hanno perso il lavoro o che sono affetti da gravi malattie. L’ISEE non dovrà superare i 26.000 euro

  • Agevolazioni sanitarie: una delle agevolazioni previste nel campo della sanità è il cosiddetto “dentista sociale”, accesso alle cure dentistiche per chi ha un ISEE non superiore agli 8.000 euro

I bonus che non prevedono una soglia massima di Isee sono l’assegno unico erogato per ogni figlio minorenne a carico e per i figli maggiorenni fino a 21 anni, nonché il bonus per l’acquisto di auto elettriche. Come abbiamo visto, per tutti gli altri bonus sarà necessario calcolare l’ISEE, online o presso un CAF.


Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

SU