AL DIRETTORE - 25 aprile 2022, 09:05

"Hanno tentato di truffare mia nonna" L'accorato appello alla prudenza di una nostra lettrice

"Hanno tentato di truffare mia nonna" L'accorato appello alla prudenza di una nostra lettrice

"Hanno tentato di truffare mia nonna" L'accorato appello alla prudenza di una nostra lettrice

Buonasera,

io ho la fortuna di avere ancora una nonna. E' lucida, autosufficiente, forte nel fisico e nello spirito, ma ha 92 anni e quando l'età si avvicina alla cifra a 3 zeri, per quanto la mente funzioni ancora discretamente, fragilità e ingenuità prima o poi rendono un po' bambino chi bambino lo è stato quasi un secolo fa. La mia nonna, il giorno di Natale passato, ha perso un figlio, mio papà. Non lo dico perchè si pensi poverina, ma per meglio spiegare quanto accaduto. Qualche giorno fa una donna l'ha contattata telefonicamente spacciandosi per me, la sua unica nipote e, piangendo, le ha comunicato con fare concitato di essere ricoverata in ospedale contagiata da Covid, intubata, in condizioni gravi e di avere bisogno urgente di soldi e oro per pagare le cure necessarie.

Si è presentata con il mio nome, dicendo che di lì a poco si sarebbe presentato qualcuno a ritirare il tutto.

Dopo neanche quattro mesi dalla morte di tuo figlio, se hai 92 anni e ricevi una telefonata di questo tenore, non sei più in grado di distinguere la truffa dalla realtà, l'inverosimile dalla logica, l'impossibile dal possibile e l'unica cosa che ti preme e che hai urgenza di fare è di riuscire a sfilarti anche gli anelli dalle dita pensando di poter salvare la vita a chi ti resta al mondo. In un lampo di lucidità ha poi cercato di telefonare a mia mamma ma pare che questi delinquenti abbiano un sistema per tenere aperta la comunicazione così che, ogni telefonata fatta dal malcapitato di turno, venga da loro intercettata.

Sintetizzo dicendo che per fortuna la truffa non è riuscita ma chiedo al vostro giornale di pubblicare questa storia. Vi prego nonni e nonne, non date retta a nessuno telefonicamente, non aprite ad estranei che dicono di essere mandati dai vostri figli o nipoti, non lasciate entrare in casa nessuno che si spacci per tecnico, impiegato di banca ecc, non date informazioni sul fatto che vivete soli, leggete i giornali e ascoltate con attenzione tv e radio quando raccontano questi episodi e non pensate che accadano solo nelle grandi città.

Questo fatto è successo in un rione di Biella dove vivono 4 anime che si conoscono quasi tutte fra loro. E' un altro episodio dopo alcuni furti nell'arco di poco tempo, sono gli stessi soggetti che conoscono nomi, abitudini, famiglie e fragilità di alcune persone. Oggi è successo a mia nonna, domani può accadere alla vostra nonna, mamma, papà. Per favore, spargete la voce ed allertate genitori, amici, vicini di casa, aiutiamoci a salvaguardare la nostra incolumità e delle nostre famiglie.

Concludo dedicando una riga di profondo disprezzo a questi esseri che si macchiano di un crimine ignobile, spregevole e disgustoso ai danni di persone indifese, colpendole là dove ancora l'età non è riuscita a fare danni e cioè nell'amore per la famiglia. Ricordate che invecchierete anche voi. E ricordate anche che là dove non riesce ad arrivare la legge prima o poi arriverà qualcuno che a bastonate sui denti vi farà passare la voglia di divertirvi in questa maniera.

Grazie per l'attenzione.

Paola Capellaro

Ti potrebbero interessare anche:

SU