AL DIRETTORE - 21 aprile 2022, 15:43

Pimazzoni: "La politica attuale? Un podio anacronistico virtuale"

Pimazzoni: "La politica attuale? Un podio anacronistico virtuale"

Pimazzoni: "La politica attuale? Un podio anacronistico virtuale"

Egregio direttore, la riflessione del momento epocale mi spinge a sottolineare alcune considerazioni. La cronologia dei fatti scrive indelebilmente la crisi politica, si parla tanto e bene, ma si fa poco e male!

Mio padre, (fu sottufficiale degli Alpini e dipendente statale) spesso in contrasto con le mie idee, fu veggente delle vicissitudini della politica attuale, a distanza di anni dalla sua morte devo dargli atto e ragione.

La prima Repubblica, nata dalla ceneri del dopoguerra aveva l'antidoto dei sacrifici , della dottrina del “fare del bene” con tutte le lacune che giravano sulla ripresa economica e “creste” del benessere fruito dagli stessi politici, ma lo spazio per i cittadini era ampio ,per cui lavorare era un diritto e un dovere, ma vi era libertà individuale dei redditi! Non un previlegio !

La politica attuale è diventata un podio anacronistico virtuale, visibilità individuale. Si parla tanto e bene, ma si fa poco e male (e non si risponde agli elettori post voto). Nulla a che vedere con l'insieme di intenti per il bene della cittadinanza !Personalmente auspico una riforma costituzionale che in forma esplicita ridia alla politica il senso comunitario, il primo passo sarebbe l'elezione diretta del Presidente della Repubblica.

Flavio Pinazzoni

Ti potrebbero interessare anche:

SU