AL DIRETTORE - 08 aprile 2022, 06:50

Alluvione 2020, la lettera di un allevatore di Ailoche

Alluvione 2020, la lettera di un allevatore di Ailoche

Alluvione 2020, la lettera di un allevatore di Ailoche

Egregio Direttore,

Mi chiamo Agostino Corradino Locatello e sono un allevatore di Ailoche che, come tanti altri, è stato duramente colpito dall’alluvione del 2020, un disastro che difficilmente verrà dimenticato. La mia proprietà si trova infatti sulla scogliera del fiume Strona che sin da allora ha incominciato inevitabilmente a cedere, senza mai fermarsi.

Ora, arrivati ad aprile 2022, sto iniziando a temere sempre di più: il prato sta andando giù e ormai il cedimento ha quasi raggiunto la stalla. Lo scorso anno l’amministrazione comunale, insieme all’Unione Montana e alla Regione Piemonte, si è interessata alla mia vicenda e tutti hanno manifestato la loro solidarietà nei miei confronti. Le istituzioni hanno preso in mano la mia situazione ma da allora non ho avuto più notizie. Non so come mai, ma se fosse una questione di burocrazia non vorrei che si prolungasse fino al cedimento completo della proprietà.

Scrivo nella speranza che si possa muovere qualcosa e avere nuove notizie in merito. 

Lettera Firmata

Ti potrebbero interessare anche:

SU