/ Benessere e Salute

Benessere e Salute | 03 aprile 2022, 08:00

Caffè del Benessere, buon riscontro di pubblico per l’incontro sul diabete

caffè benessere

Caffè del Benessere, buon riscontro di pubblico per l’incontro sul diabete

Nei giorni scorsi, a Biella presso il salone della  Cooperativa del Favaro,  nell’ambito del Caffè del Benessere,  la  dr.ssa Rita Graziella Guarnieri, responsabile del Reparto di Diabetologia ed Endocrinologia della ASLBI  ha tenuto un incontro sul diabete. La  sua relazione  si è svolta davanti ad una trentina di persone . La dottoressa ha spiegato che non c'è una sola forma di diabete ed ha illustrato brevemente quello il tipo 1 (un tempo detto anche "giovanile") e si è soffermata in particolare su quello di tipo 2  che colpisce soprattutto gli anziani. 

In sintesi, alcuni numeri sulla malattia: ha un'incidenza variabile intorno al 5-8% della popolazione (nel Biellese circa 11 mila persone ne sono affette, cioè intorno al 6% degli abitanti) può essere anche sconosciuta a chi ne è affetto, è previsto un raddoppio dei casi entro il 2045, è la terza causa di insufficienza renale cronica, la prima causa di cecità nelle persone tra i 20 e i 70 anni, aumenta la mortalità per malattia cardiovascolare di 2-4 volte, è causa del 65% delle amputazioni non traumatiche degli arti inferiori. Non è legata esclusivamente ad alterazioni del pancreas e quindi da alcuni anni sono entrati in uso farmaci che non agiscono a livello pancreatico. E' sempre necessario seguire una dieta corretta che a volte può essere l'unico trattamento necessario. 

Quando non basta la dieta e l'attività fisica, nel diabete di tipo 2, dell'anziano, serve aggiungere una terapia orale o una iniezione settimanale. La terapia deve sempre essere individualizzata. Particolare attenzione va  dedicata al paziente anziano, per la pluripatologia, per riduzione dell'assorbimento e della distribuzione dei farmaci. Si parla di terapia "sartoriale",  cioè su misura. La prima terapia rimane comunque la dieta.  

Ma cosa accade quando una persona scopre di avere il diabete? Può essere uno shock che crea ansia, rifiuto, impotenza. In alcuni casi può esserci un rifiuto anche a distanza di anni. Col Covid sono cambiate le modalità di accesso dei diabetici ai servizi di Diabetologia. Dopo le numerose domande del pubblico presente, il tradizionale "Caffè" offerto dagli organizzatori.  I Caffè del Benessere sono organizzati dall’Associazione ANZITUTTO in collaborazione con Cooperativa del Favaro, Parrocchie Valle Oropa, Associazione Soggiorno Anziani Favaro, Auser Biella,  col supporto della 3Bi - Biblioteca Biomedica Biellese. Nel prossimo appuntamento, sempre alla Cooperativa del Favaro, giovedì 21 Aprile, il dr. Ilario Mauro Berto parlerà di ipertensione arteriosa.  

Comunicato stampa g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore