/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 26 gennaio 2022, 11:37

Biella celebra il Giorno della Memoria

biella giorno memoria

Biella celebra il Giorno della Memoria

Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria, istituito con Legge 20 luglio 2000 n. 211, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

Nell'occasione la Prefettura di Biella ha promosso e coordinato, in collaborazione con la Comunità Ebraica di Vercelli-Biella-Novara-Verbano Cusio Ossola, l'Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea nel Biellese, nel Vercellese, in Valsesia e l'Ufficio Territoriale Scolastico, una cerimonia che si terrà a Biella, con inizio alle ore 10, presso Palazzo Gromo Losa, quale momento di riflessione per tenere viva la memoria storica, anche nelle nuove generazioni, della Shoah e del senso profondo di quanto ha rappresentato.

La celebrazione avverrà alla presenza delle Autorità Civili e Militari e delle Comunità Religiose Ebraica, Cattolica, Buddista e Islamica. Vi sarà, altresì, una rappresentanza di studenti della scuola secondaria di primo grado I.C. San Francesco di Biella e di una rappresentanza di studenti della scuola secondaria di secondo grado, appartenenti alla Consulta Provinciale Studentesca. La cerimonia si aprirà con la proiezione di un filmato, alla quale seguiranno gli interventi: del Prof. Enrico Pagano, Direttore dell'Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea; di Pietro Eitan Greppi, per la Comunità Ebraica; del Vescovo di Biella Mons. Roberto Farinella; del Ven. Lama Paljin Tulku Rinpoce; del Consigliere Abd al-Jabbar Vittorio Ceriani, per la Comunità Religiosa Islamica Italiana. Successivamente gli studenti dell'I.C. San Francesco daranno lettura, a rotazione, di un brano adattato dalla Prefazione di Primo Levi "I sommersi e i salvati ", mentre una studentessa dell'I.I.S. G. & Q. Sella proporrà una riflessione sul tema elaborata e condivisa dalla Consulta Provinciale Studentesca.

Infine l'Ing. Guido Mortara, nato a Bologna il 12 gennaio 1936, riporterà, con la propria testimonianza, quanto accadde nel periodo delle persecuzioni nei confronti degli ebrei, narrando un episodio che lo ha visto protagonista, con suo padre, nell'autunno del 1944. La cerimonia si concluderà con l'intervento del Prefetto di Biella, Franca Tancredi, che consegnerà ai familiari del defunto Sig. Ercole Mancini, nato a Lugo di Romagna (RA) il 07.02.1915 e deportato presso Gneixendorf (Austria), la Medaglia d'onore riservata ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra, concessa con decreto del Presidente della Repubblica del 23 novembre 2021. L'evento sarà visibile sul sito della Prefettura di Biella, collegandosi sull'apposito link.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore